Il Natale in Giappone

133

Il Natale in Giappone risale al 1552. La prima messa fu di un Gesuita della prefettura di Yamaguchi ma anche precedentemente in Giappone il Natale si festeggiò dal 1549 quando arrivò in Giappone San Francis Xavier.
Il Natale a Tokyo è bellissimo. Grandi luci musiche in tutte le strade da Omotesndo a Shinjuku. Nei department stores bellissime note natalizie accompagnano i nipponici a sfrenate compere.
In particolare poi a Kobe mia seconda città dove commercio in perle e coralli, le luminarie fanno di scena.
Sì le vere e proprie luminarie come una volta usavamo dalle nostre parti. Uno spettacolo di luci di artista da fare invidia alle nostre carrellate di luci salernitane.
Per il cibo, l’usanza principale è pollo fritto e qui il generale Kentucky fa grandi affari. Ma anche la pizza è di moda e da mangiare da Salvatore Cuomo, nostro compaesano giappo napoletano. Ed ora più che mai con un grande riconoscimento come Patrimonio Immateriale dell’umanità Unesco.
I dolci vanno alla grande, specialmente le torte al cioccolato. Consiglio una visita ad Omotesando, non il quartiere napoletano ma Tokyense dove l’atmosfera è magica tra numerosi brand internazionali.
In Giappone un adulto su tre segue questa tradizione…
Famoso per i bambini è il Santa Doraemon. Negli ultimi tempi tra la Ginza ed Ibia potete imbatterVi in risciò trainati da veri e propri Santa Claus, gli Yume roba o meglio Babbo Natale.
Auguri a tutti i miei amici Giappo e mata ne’ icchigazu
o meglio ci vediamo presto in Gennaio
Banzai

Alfonso Vitiello