Il teatro San Carlo riparte da Piazza del Plebiscito con la Tosca. Primo spettacolo per medici e infermieri

160

Il San Carlo riparte a luglio da Piazza del Plebiscito. E il primo spettacolo, la Tosca di Puccini (23 luglio), sarà riservato al personale medico e infermieristico: lo ha annunciato il sovrintendente Stephan Lissner, illustrando i tre appuntamenti sostenuti dalla Regione Campania che segnano la ripartenza del massimo cittadino.”Le opere saranno in versione di concerto – spiega Lissner – Attualmente per gli spettacoli all’aperto il limite consentito è di mille persone. Il palcoscenico è stato progettato in funzione del distanziamento per la sicurezza con la presenza in scena di 200 artistì’. Su 1500 mq quadrati di palco distribuiti su sette livelli, con il Palazzo Reale sullo sfondo, prenderanno posto orchestra, coro e voci bianche, in massima sicurezza. Sul podio di Tosca ci sarà il direttore musicale Juraj Valuha, gli interpreti saranno Anna Netrebko (Floria Tosca), Yusif Eyvazov /Cavaradossi), Ludovic Tezier (Scarpia), replica il 26 luglio. Il 28 e il 31 luglio, con una prova generale aperta, ci sarà l’Aida di Verdi, direttore Michele Mariotti, con Anna Pirozzi (Aida), Jonas Kaufmann (Radames) Anita Rachvelishvili (Amberis). Il 30 luglio, ancora con Valcuha sul podio, la Sinfonia n. 9 di Beethoven, con le voci del soprano cilentano Maria Agresta, ormai stella internazionale così come il mezzosoprano Daniela Barcellona, il tenore Antonio Poli, il basso Roberto Tavaglini. Nel progetto Regione Lirica’anche “una piattaforma ad altissima tecnologia e non solo per lo streaming – ha spiegato Lissner -: renderemo il teatro produttore di se stesso per portare gli spettacoli nei cinema, nelle scuole, nei quartieri più difficili ed anche i contenuti educational. La stiamo studiando con l’Università Federico II e Luigi Nicolais e avrà i suoi tempi. È un progetto molto importante per il futuro del San Carlo e la Regione lo sosterrà con fondi europei”.