Il vaccino russo anti Covid sarà ceduto al Pakistan

113
In foto Shafqat Ali Khan

La Russia ci crede ma visto i risultati in termini di contagiati forse non è il miglior vaccino, ha detto qualcuno; ma occorre pur dire che il lancio ufficiale dello stesso avverrà a Gennaio del 2021 e per ora occorre crederci ed evitare fake news: la Russia fornirebbe al Pakistan un vaccino contro il coronavirus se tale necessità dovesse sorgere alla luce delle fiorenti relazioni bilaterali, ha affermato martedì l’ambasciatore pakistano in Russia Shafqat Ali Khan a margine del forum internazionale Army-2020 ospitato dalla Russia. “Non sono nella posizione di commentare l’acquisto perché stiamo ancora valutando vari vaccini . Ma sappiamo che se ne avremo bisogno, la Russia ci aiuterà”, ha detto Khan. Secondo l’ambasciatore, il Pakistan guarda alle sue relazioni con la Russia “in modo olistico” in quanto “non sono limitate a una particolare area”. “ Siamo orgogliosi di dire che le relazioni sono al livello più alto della storia dei due Paesi, e le priorità dei legami bilaterali guardano ai settori della politica, dell’economia e della difesa.Il forum militare internazionale dell’esercito segna quest’anno la sua sesta edizione. Riunisce ogni anno funzionari statali e militari di dozzine di paesi per discutere gli ultimi sviluppi nei settori della difesa e della sicurezza. Il forum presenta anche una mostra su larga scala dei modelli più recenti di attrezzature e sistemi militari nella periferia di Mosca. L’ambasciatore ritiene in definitiva che la cooperazione russo-pakistana non sia solo nell’interesse dei due paesi, ma che contribuisca anche alla stabilità e alla sicurezza globali.La Russia è diventata il primo Paese a registrare un vaccino contro il coronavirus. Il vaccino, chiamato Sputnik V e sviluppato dall’istituto di ricerca agama l’età con sede a Mosca, utilizza due ceppi dell’adenovirus, che in genere causa raffreddori lievi, per innescare una risposta immunitaria. Sputnik V promette di aiutare le persone a sviluppare l’immunità contro COVID-19 per due anni. Gli operatori sanitari saranno i primi ad essere vaccinati e il lancio nazionale è previsto per gennaio 2021. Il fondo sovrano russo (RDIF) p no ha dichiarato di aver ricevuto richieste per oltre 1 miliardo di dosi del vaccino da ben 20 Paesi!