Il ventilatore portoghese contro il Covid

200
In foto Francisco Ribeiro Telles
Come riportato dal sito dell’Ambasciata del Portogallo in Italia di cui Sua Eccellenza l’Ambasciatore Francisco Ribeiro Telles, grande enfasi è dedicata ad un prodotto della tecnologia medica portoghese utilizzato in questo momento di pandemia: Atena è un ventilatore medico invasivo sviluppato da CEiiA, insieme a un’équipe di medici, per combattere il virus COVID-19. Al momento, l’Atena V1 (versione fast manufacturing) viene prodotto (già 500 unità finora) ad una media giornaliera di 20 unità al giorno. Attualmente, Atena V2 (versione ottimizzata) è in fase di sviluppo in vista dei più alti standard di ventilatori sofisticati con marchio CE.
Oltre a fornire unità sanitarie in Portogallo, CEiiA esporta anche questi nuovi ventilatori, avendo già inviato 100 unità in Brasile, e oltre 150 verso altre destinazioni. Il Portogallo è un paese aperto agli affari, che ha continuato a innovare e adattarsi alla crisi COVID-19. CEiiA è uno dei tanti esempi di #PortugalOpenForBusiness.
Il Portogallo quindi sembra all’avanguardia nella tecnologia per la lotta al covid 19 e questo ventilatore non è l’unico esempio : Per supportare il Centro Ospedaliero di Póvoa de Varzim e Vila do Conde, la società portoghese CAVEDIGITAL ha implementato SMART GOVERNANCE presso l’ospedale, una soluzione di gestione della governance aziendale per gli ecosistemi decisionali.

La soluzione ha permesso a questo ospedale, che è in prima linea nella lotta contro il virus del COVID-19 in Portogallo, di mantenere agilità nel processo decisionale, ma anche velocità ed efficienza dei processi gerarchici durante questo periodo di crisi della salute pubblica, consentendo risposte rapide nel combattere il virus.