Il Verona affonda il Milan

33

Verona, 17 dic. – (AdnKronos) – Continua la tormentata stagione del Milan che anche sotto la gestione Gattuso non trova continuità di risultati. Dopo le vittorie contro il Bologna e il Verona in Coppa Italia i rossoneri vanno ko, per la settima volta in stagione, nel ‘lunch match’ della 17esima giornata di Serie A proprio contro gli scaligeri scesi in campo con tutt’altra determinazione rispetto a mercoledì a San Siro. I gialloblù si impongono 3-0 grazie alle reti di Caracciolo, Kean e Bessa, questi ultimi due entrati nel corso del primo tempo al posto di Cerci e Valoti. Il ‘Bentegodi’ è così di nuovo fatale al ‘Diavolo’ che su questo campo perse due scudetti nel 1973 e nel 1990. In classifica la squadra di Pecchia sale a quota 13, mentre i rossoneri restano fermi a 24.

Dopo una prima fase di studio senza grandi squilli né da una parte né dall’altra al quarto d’ora si rende pericoloso il Milan con Kalinic ma la conclusione del croato dopo una bella percussione di Suso termina a lato di poco. Al 23′ il Verona passa in vantaggio con Caracciolo su azione d’angolo. Dalla bandierina batte Romulo che mette in mezzo all’area dove il difensore scaligero può colpire di testa in beata solitudine e trafiggere l’incolpevole Donnarumma con l’aiuto della traversa.

Dopo un tentativo di Montolivo in acrobazia terminato a lato è Suso a costruirsi e sprecare una doppia occasione per il pareggio al 36′. Prima lo spagnolo, a tu per tu con Nicolas, calcia sul portiere poi la seconda conclusione viene respinta dall’intervento di Heurtaux.

Nel finale di tempo rischia grosso Borini per un colpo a Ferrari. Orsato dopo aver rivisto l’episodio al Var decide solo di ammonire il rossonero. La ripresa si apre con una opportunità per Kalinic ma il suo destro è deviato in angolo da Nicolas. Al 10′ il raddoppio scaligero: Bessa riceve sulla sinistra, arriva sul fondo e mette al centro, Caceres manca l’aggancio ma il pallone termina tra i piedi di Kean che, con un preciso sinistro rasoterra, mette il pallone nell’angolino basso alla destra di Donnarumma.

Il raddoppio mette in ginocchio gli ospiti che attaccano quasi a pieno organico ma con scarsa incisività: al 23′ ci prova Suso con un sinistro dal limite dell’area sul quale Nicolas è bravo a deviare in angolo. Poco dopo la mezz’ora il Verona cala il tris con un perfetto contropiede di Romulo che si invola sulla destra e serve Bessa, che di prima intenzione infila Donnarumma. Nel finale da segnare solo l’espulsione di Suso decisa da Orsato, dopo aver consultato il Var, per una brutta entrata su Verde.