Il wedding dopo la pandemia, Francesca Esposito svela come gestire un brand di successo

96
in foto Francesca Esposito

di Antonio Di Martino

Sabato 17 ottobre al Castello Colonna di Piano di Sorrento sarà presentato il libro di Francesca Esposito:”Il cerchio d’oro. Wedding planne 4.0 “Il settore dei matrimoni, delle feste e degli eventi in genere è stato ed è tuttora uno di quelli più colpiti dalla pandemia Covid. In piena emergenza, Francesca Esposito, wedding planner ed executive producer di eventi prestigiosi, tra i quali il Premio Penisola Sorrentina, propone in questo piccolo manuale le strategie del settore, evidenziando come l’indotto del wedding sia fatto di grandi professionisti, ma anche di gran brave persone.
“Il cerchio d’oro wedding planner 4.0”: è questo il titolo del primo libro di Francesca Esposito, nota wedding planner della penisola sorrentina.
Il volumetto, partorito durante il periodo nefasto della quarantena dovuta all’emergenza Covid-19, rappresenta un utile strumento per comprendere il settore aziendale e ripensare al proprio ruolo, concentrandosi sulla cooperazione, sull’ascolto e sulla semplicità, indice di creatività.
Il testo porta su di sé il fardello di voler educare le persone ad essere imprenditori di sé stesse e degli altri, di chi ha bisogno di un cambiamento nel proprio lavoro, per il quale, è necessario una trasformazione mentale. Una delle caratteristiche più avvincenti del saggio si ritaglia nella capacità della scrittrice di riuscire a spingere i lettori verso il miglioramento di sé e di chi è intorno, divenendo continui modelli d’ispirazione. L’autenticità di questo piccolo “manuale”, è comprovata dal fatto che è il frutto di anni d’esperienza di duro lavoro sul campo. Pratica ed esperienza di Francesca, che le hanno regalato soddisfazioni e successi nel mondo del wedding.
L’opera può essere suddivisa in due parti; la prima, rivolta a chi voglia cimentarsi nel settore aziendale, in senso generale, fornendo temi e consigli importanti come ad esempio l’adattamento linguistico, essenziale nell’aspetto comunicativo, oppure la capacità di vedere nei “fallimenti” la spinta per poter migliorarsi ed apprendere, considerarli non come tali, ma come trampolini di lancio verso il successo.
La seconda parte invece analizza con la lente di ingrandimento il lavoro che si svolge dietro le quinte di un elegante matrimonio, senza esclusione di colpi riguardanti esperienze biografiche dell’autrice. Dinamicità, ricerca-azione e professionalità sono i cardini dell’essere wedding, oltre ad avere senso estetico, etico e tanto altro… Si parte dalla conoscenza psicologica, geografica, economica ed emotiva dei clienti, per poi organizzagli il giorno più importante e forse l’unico della loro vita. Tutto ciò richiede grande cura e attenzione dei dettagli e degli sposi stessi, gestendo al meglio lo stress e risolvendo al meglio ogni intoppo. Non mancano in questo lavoro lo studio attraverso corsi e libri di aggiornamento ed infine gli attrezzi del mestiere.
Come viene affermato nella prefazione scritta da Mario Esposito: “La semplicità, il senso comune è quello che illumina queste pagine, scritte con l’inchiostro della passione, dell’emozione, della quotidianità, della creatività, dell’amore per il proprio lavoro. E per la vita”.