Immobili pubblici, il Mef accelera sul modello Federal Building

17

Valorizzazione il patrimonio immobiliare pubblico anche attraverso la diffusione del modello del federal building di stampo americano. È quanto prevede l’atto di indirizzo firmato dal ministro dell’Economia Pier carlo padoan per il conseguimento degli obiettivi di politica fiscale nel periodo 2016-2018. Già con il Def il governo aveva indicato il modello del federal building, vale a dire concentrare le strutture dell’amministrazione centrale presenti sul territorio in un singolo sito cittadino, secondo il modello statunitense. L’atto firmato dal responsabile dell’Economia sottolinea la prosecuzione delle attività vlte a garantire le entrate sul bilancio statale mediante un’efficiente azione di messa a reddito e dismissione degli immobili. In tale ambito è prevista una gestione economica più efficiente degli immobili “utilizzati per fini istituzionali” attraverso il “potenziamento delle attività di razionalizzazione degli spazi in uso alle amministrazioni pubbliche centrali con il contenimento della spesa pubblica per la liberazione di immobili statali da valorizzare/dismettere e la riduzione dei costi di gestione di quelli utilizzati con particolare riguardo alle spese per locazioni passive, interventi manutentivi e consumi energetici nonché per sostenere il processo di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche e della loro presenza sul territorio anche mediante la diffusione del modello del federal building.