Immobiliare, a Napoli aumentano prezzi e compravendite

47
Nel primo semestre del 2018  le quotazioni immobiliari di Napoli hanno registrato un aumento dell’1,3%. Segnali positivi anche sul fronte delle compravendite che nella prima parte dell’anno sono state 3.993 con un incremento del +6,8% rispetto al pari periodo 2017.
L’analisi della domanda registra un aumento della concentrazione su monolocali e trilocali, questi ultimi più richiesti (38,2%). L’offerta presente sul mercato di Napoli registra una maggiore presenza di trilocali (33,3%) in discreto aumento rispetto a gennaio del 2018. Nella macroarea del centro i valori immobiliari sono aumentati dell’1,9% in seguito all’andamento della zona dei Quartieri Spagnoli e di via Toledo  dove si acquistano sia prima casa sia immobili per avviare attività di B&B oppure da affittare a studenti. Bassa la richiesta di prima casa da parte delle famiglie perché prevalgono stabili privi di ascensore e ci sono poche aree per parcheggiare. La richiesta di appartamenti in affitto da parte di studenti è legata alla presenza dell’Accademia delle Belle Arti, della Facoltà di Architettura e di diverse fermate della metropolitana che collegano bene la zona al resto della città. Ad acquistare con finalità turistico-ricettive sono soprattutto investitori del posto, con un budget medio inferiore a 100 mila €, che si indirizzano su case di ogni dimensione. Piacciono sia le zone signorili che si sviluppano su via Toledo sia quelle più popolari dei Quartieri Spagnoli. In questi ultimi i prezzi si aggirano intorno a 1000-1200 € al mq e si possono trovare anche i “bassi”, tipiche abitazioni napoletane spesso acquistate per uso investimento. Via Toledo è la strada più commerciale ma con una maggiore offerta di tipologie signorili: palazzi dei primi anni del 1900, spesso con affreschi, travi a vista e portineria a 3000 € al mq con punte di 4000 € al mq per i piccoli tagli. Offerta eterogenea a Montesanto, con case medio-signorili alternate a quelle più popolari ed in cemento armato. In questa area della città non si superano i 2000 € al mq. Il mercato degli affitti è alimentato soprattutto da studenti. Per una camera singola si spende intorno a 300-320 € al mese. Molto richiesti i box, anche per la carenza di parcheggi e di posti auto, difficile però trovare box in vendita, più facile reperirne in affitto (canoni di 200-300 € al mese). Dinamico il mercato di Monteoliveto dove si realizzano acquisti ad uso investimento destinati a casa vacanza e B&B. Gli imprenditori sono interessati a monolocali, bilocali e trilocali da mettere a reddito.  La zona infatti è centrale, vicina sia a piazza del Gesù sia al Chiostro di Santa Chiara ed è ben collegata avendo due fermate della metropolitana di cui una di prossima apertura (piazza Nicola Amore). Nel  quartiere Orefici le quotazioni medie sono di  2000 € al mq con punte minime di 1500 € al mq per gli immobili meno luminosi e punte massime di 3000 € al mq per quelli più signorili con portineria e ascensore situati su corso Umberto I. Le quotazioni della zona cambiano a seconda della distanza da via Toledo, importante arteria commerciale della città. Oltre ai acquistano anche dal vicino quartiere Vomero Alto. Sul mercato dei box si registra una domanda molto elevata e per  un box singolo si spendono mediamente intorno a 80 mila €.  Bassa l’offerta di immobili in locazione essendo quasi tutte le abitazioni affittate come casa vacanza.