Imparare a vedere il mondo, Villa Pignatelli “officina” degli artisti dello scatto

151

Il contenuto di una fotografia forse può essere misurato secondo quella che è la sua capacità di raccontare una storia. Una storia precisa che assomiglia, in quello strano mondo che è la rappresentazione artistica, a tante altre storie, tanto da creare un affresco leggibile e interpretabile di un racconto comune. E’ questa la sensazione che si ha percorrendo gli spazi espositivi di Villa Pignatelli, che a partire dall’opening di sabato 15 ottobre 2016 ospiterà Officina Reporter, progetto a cura del fotografo freelance Luciano Ferrara e di Sofia Ferraioli con la collaborazione di Aporema o.n.l.u.s.
Officina Reporter è un’idea di cooperazione, un processo aggregativo-formativo che si è realizzato attraverso un confronto tra fotografi affermati e giovani alle prime armi. Officina è fucina, è vedere e imparare a vedere il mondo, le sue geografie, le persone che lo abitano. Ma è anche un’opportunità di consolidare l’idea di un universo-fotografia che sappia guardare in faccia sé stesso per costruire un excursus nella migliore produzione odierna.

E così, a partire da sabato 15 e fino a domenica 30 ottobre 2016, sarà possibile visitare “Uno sguardo sensibile ai sali d’argento e fine art”, esposizione che, con un approccio non iscrivibile nel campo della nostalgia quanto piuttosto in quello di una consapevolezza tecnico-concettuale, esplora la fotografia analogica e la produzione ai sali d’argento. Ci saranno Guido Giannini con una Napoli messa a fuoco nei suoi bianchi e neri parlanti, Isabella Balena con le donne immortalate nei” teatri di guerra”, Gabriella Mercadini, omaggiata con una retrospettiva che si apre sul movimento femminista, e Fabio Donato con cui si accede ad una città fatta di cultura e di arte.

Segue la mostra La geografia al centro che, già presentata presso il complesso monumentale di Santa Sofia a Salerno, coinvolge dodici autori di fama internazionale tra cui Massimo Berruti, Francesco Cito, Eduardo Castaldo, Andrea De Franciscis, Fausto Giaccone, Alex Majoli, Pietro Masturzo, Lina Pallotta, Giulio Piscitelli, Roberto Salomone, Ivo Saglietti e Ugo Panella. Tutti reporter che hanno esplorato e indagato diverse porzioni di pianeta, le sue zone calde e suoi drammi con sensibilità assai differenti e differenti sguardi. Scatti che sembrano infiammarsi dell’urgenza del racconto, che sanno di frontiere e di umanità.

La terza esposizione, “Uno scatto per Villa Pignatelli”, si presenta come un lavoro fotografico site-specific a cura di Fabio Donato e realizzato dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. Partecipano Simona Vergara, Andreina Balbi, Giuseppe Armellino, Rosario Totano, Chiara Giandomenico, Fiora Piscopo, Nicolina Zeoli, Marta Cannavacciuolo, Tecla Bianco, Barbara Nespolino e Alessandro Cardone. Si continua con Officine Educative, a cura di Aporema o.n.l.u.s., percorso con l’obiettivo di costruire un momento di avvicinamento dei giovani al pensiero fotografico come linguaggio estetico-critico, Andrea Bove, Domenico Mennillo, Marco Rossetti, Daniela Politelli e Guido D’Apuzzo sono gli artisti che hanno collaborato con cinque classi di cinque differenti scuole della regione Campania.

E’ prevista infine una videoproiezione dei 43 progetti individuali frutto dei 12 Laboratori Officina Reporter, intesi come uno sguardo plurimo sulla nostra regione, sulla nostra città e sui luoghi a noi familiari. Il lavoro laboratoriale si è svolto nel corso di un anno attraverso l’azione di tutoraggio svolta da 12 affermati fotografi: Cesare Accetta, Adelaide Di Nunzio, Salvatore Esposito, Flaviana Frascogna, Raffaela Mariniello, Luciano Pedicini, Stefano Renna, Luciano Romano, Toty Ruggieri, Ugo Pons Salabelle, Salvatore Scialò e Mario Spada. Sarà ospitata inoltre una proiezione de La terra dei fuochi di Mario Pagano.

Il progetto andrà concludendosi con una serie di conferenze. Il 22 ottobre Roberto Mutti incontrerà Ferdinando Scianna, il 29 saranno presenti Uliano Lucas e Giovanni Fiorentino, mentre il 30 ottobre Officna Reporter si congederà da Villa Pignatelli con Paolo Binante e Stefano Consiglio.