Impianti energetici di comunità: parte da Napoli la sfida dello sviluppo sostenibile

48
in foto Giovanni Esposito

Risparmio, riduzione delle emissioni di Co2, contrasto alla povertà energetica. Sono questi gli obiettivi delle politiche di sviluppo delle comunità energetiche rinnovabili al centro di un progetto del Consiglio Nazionale dei Periti Industriali che, realizzato con Ancitel Energia & Ambiente srl sarà illustrato in sei città italiane con altrettanti incontri che vedranno protagonisti i vertici apicali delle istituzioni locali e gli operatori del settore.

In ciascuna delle sei realtà urbanistiche del tour dei Periti Industriali sarà poi, di concerto con le istituzioni comunali, realizzato e donato un impianto energetico rinnovabile ad una comunità appunto, un fabbricato, un condominio ecc. che avrà così la possibilità di auto prodursi energia pulita azzerando i costi della bolletta. Prima tappa domani a Napoli, a partire dalle 9,30, all’Hotel Mediterraneo con l’apertura dei lavori da parte del sindaco Gaetano Manfredi. Seguiranno dunque altri 5 incontri in successione nelle città di Venezia, Milano, Firenze, Palermo e Bari.

“Riduciamo ed efficientiamo i consumi energetici nelle aree urbane più bisognose, peraltro in un periodo di grande instabilità dei prezzi delle bollette per famiglie e imprese, e riduciamo l’inquinamento ambientale promuovendo uno sviluppo locale sostenibile”, ha rimarcato il presidente Nazionale dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati Giovanni Esposito.