Imprenditoria sociale, protagonisti e addetti ai lavori a Napoli e Salerno. Si chiude domani

65
In foto Nivi Sharma

Per tre giorni (dal 22 al 25 giugno) Napoli e Salerno capitali dell’imprenditoria sociale con Social Enterprise Open camp – Gender Smart Investing: una formazione residenziale, immersiva, in cui speaker di fama nazionale e internazionale hanno parato di potenziale femminile, tecnologia e accesso al capitale per disegnare le imprese sociali del futuro.
L’evento di portata internazionale ha affrontato temi quali il valore delle imprese sociali per far fronte alle sfide del terzo millennio, il significato dello storytelling per costruire la propria brand identity, la gestione delle competenze per la formazione del capitale umano delle imprese, le modalità per l’accesso ai finanziamenti e al capitale nell’economia sociale e circolare; e ha avuto tra i protagonisti Riccarda Zezza, Founder & Ceo Maam (progetto che, attraverso la nuova definizione di “leadership generativa”, sfida lo stereotipo per il quale la maternità una ragione di crisi per l’occupazione femminile) e Nivi Sharma, tra i leader africani nel campo della tecnologia, l’innovazione e la formazione. Attualmente Coo di Brck (brck.com), punto di accesso per utenti Internet dei mercati di frontiera, Sharma ha dedicato la propria carriera a garantire l’accesso digitale a bambini, ragazzi e adulti.

Il programma di  domani
L’evento si conclude domani, 25 giugno, nella chiesa di Sant’Anna dei Lombardi a Napoli, con una sessione dedicata a narrazioni e testimonianze delle imprese sociali del territorio campano. L’evento è stato promosso da Fondazione Opes-Lcef (un’organizzazione che ha sede a Milano e si occupa di sostenere le imprese sociali nel Mondo e Italia) e da CGM (Consorzio Gino Mattarelli, la più articolata rete organizzata di cooperative e imprese sociali presente in Italia). Ecco il programma:

Ore 10,30  Opening Remarks
Giuseppe Bruno, chairman Cgm

Ore 10:40  Social enterprise – A credible Solution Towards a Sustainable Planet
Gerry Higgins, managing director of Social enterprise world forum

Ore 11:00  Local voices in a Gobal Movement
Modera
Antonio Capece, chairman of Board Cooperativa Ambiente solidale
Inrevengono
Imma Carpiniello, cofounder and Ceo Lazzarelle Cooperativa sociale
Giuseppe di Marzo, member of Board Consorzio Proodos and chairman of Board A.C. Sant’Anastaisa
Giovanpaolo Gaudino, chairman of Board, presidente Cooperativa Bambù
Mario Scignano, chairman of Board, Cooperativa Sociale ParteNeapolis
Francesco Abbà, chairman of Board, CGM Finance
Elena Casolari, founder and Ceo Fondazione Opes – Lcef

Ore 12  Closing Remarks
Stefano Granata, presidente Confcooperative – Federsolidarietà

Il Social Enterprise Open Camp-Gender Smart Investing, promosso da Fondazione Opes-Lcef (un’organizzazione che ha sede a Milano e investe in imprese sociali) e da CGM (Consorzio Gino Mattarelli, la più articolata rete organizzata di cooperative e imprese sociali presente in Italia), è organizzato in collaborazione con diversi partner strategici, tra i quali: Enel, Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Ubi Banca e con il Patrocinio del Comune di Napoli e di Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.