Impresa della cultura, Il Rotary chiama gli esperti a “caminetto”

22

L’impresa culturale al centro dell’incontro organizzato dal Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo per lunedì. L’appuntamento è per le 18,30 presso il Circolo Artistico. “Il valore dell’imprenditorialità nel sociale: la gestione delle Imprese della Cultura”, il titolo del convegno. Il presidente Giovanni Tomo chiama a raccolta i salotti rotariani interprofessionali per il “caminetto” di lunedì, uno dei diversi appuntamenti mensili del ciclo di incontri promossi dal Rotary Club partenopeo: una serie di dibattiti per discutere su tematiche di impatto organizzativo ed economico nel sociale,  profit e no-profit.

Il ciclo di incontri – spiega Tomo – è stato ideato allo scopo di  sviluppare uno dei principali  obiettivi del Rotary: dare valore alle professionalità  dei soci del club e degli altri club, e di quanto essi, con la loro sistematica presenza e con la continuità di azione, per il proprio sapere e l’esperienza sul campo, possono mettere a disposizione”. Da dove nasce la scelta di incentrare il dibattito sul valore dell’imprenditorialità per la gestione delle imprese della cultura? “Sono sempre più all’ordine del giorno le tematiche sia di sostegno pubblico agli equilibri economico-finanziari delle istituzioni del settore, anche attraverso incentivi fiscali ai contribuenti ed alle imprese private che li sostengono, che di governance delle istituzioni stesse”. 

Di come “organizzare” la cultura parleranno il professore Francesco Bifulco, presidente del Rotary Club Posillipo e docente di Economia delle Imprese culturali presso l’Università Federico II; Emanuela Spedaliere, direttore in coming del Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo e direttore storico della Biblioteca Nazionale di Napoli; Fabiana Sciarelli, docente di Economia e Gestione delle Imprese, esperta e consigliere di imprese della cultura, tra cui il Teatro Trianon di Napoli.