Impresa e impegno sociale, a Vito Grassi il Premio Internazionale Guido Dorso

56
in foto Vito Grassi

Vito Grassi, napoletano, classe 1958, amministratore delegato di Graded Spa, vicepresidente di Confindustria e Presidente del Consiglio delle Rappresentanze Regionali e per le Politiche di Coesione Territoriale, è tra i nuovi “ambasciatori del Mezzogiorno”. Questo pomeriggio, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma, Grassi ha ricevuto il premio internazionale “Guido Dorso” per la sezione imprenditoria, promosso dall’omonima associazione presieduta da Nicola Squitieri. “Vito Grassi – si legge nelle motivazioni del riconoscimento – ha saputo coniugare sempre lo spirito imprenditoriale, facendo leva su innovazione e competenze, con l’attenzione sociale e l’impegno per la formazione delle giovani generazioni. Un imprenditore e un rappresentante degli imprenditori che non ha mai perso memoria delle sue radici che restano ancorate al Mezzogiorno pur in una visione globale del mondo e degli affari”.

“Essere tra quanti hanno contribuito con la loro attività a sostenere le esigenze di sviluppo e di progresso del Sud mi riempie di orgoglio e rappresenta il coronamento di un lungo percorso, ancor di più oggi in cui sento che il mio profilo sarebbe piaciuto a Guido Dorso. Nella mia attività imprenditoriale e di rappresentanza all’interno di Confindustria mi sono sempre battuto per dare visibilità all’altra faccia del Mezzogiorno – ha commentato Grassi -. Quella efficiente, sempre auspicata da Dorso, quella che innova, che fa ricerca, che sa trasformare il cambiamento in opportunità più che viverlo come un ostacolo. Non il Sud delle lamentele, e in perenne attesa dell’avvento salvifico, il Sud che sa rimboccarsi le maniche, accetta e affronta le sfide della competitività globale e ha l’ambizione di rendersi artefice e protagonista del proprio sviluppo”.

in foto un momento della premiazione