Imprese di autotrasporto: 36 mln di incentivi per il 2017

35

Arrivano le risorse 2017 per le imprese di autotrasporto. Nell’ultima Gazzetta ufficiale è stato pubblicato il decreto del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture che contiene le regole per l’erogazione dei fondi. Le risorse a disposizione sono 35.950.177 euro. Nel dettaglio, le risorse sono destinate ad incentivi per le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi che viaggiano in Italia, regolarmente iscritte al Registro elettronico nazionale e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi. Gli incentivi economici dovranno essere utilizzati per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale e per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.

La ripartizione dei fondi
Le risorse (circa 36 milioni di euro) saranno ripartite in questo modo: 10,5 milioni di euro sono destinati all’acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massimo 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano, gas ed elettrica e per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica.

Altri 10 milioni di euro per rottamare i veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione di veicoli nuovi euro 6. Invece 14,4 milioni di euro vengono destinati ai rimorchi e semirimorchi per il trasporto combinato ferroviario e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave.

Semirimorchi  per casse
Infine, il decreto del ministero dei Trasporti assegna 1.050.177 euro per gli autotrasportatori che acquisteranno casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse così da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro senza alcuna rottura di carico.

Chi può fare domanda
Possono presentare domanda di aiuto le imprese italiane di autotrasporto di cose per conto di terzi, nonché le strutture  societarie, risultanti dall’aggregazione di tali imprese iscritte al Registro elettronico nazionale istituito dal regolamento Ce numero 1071/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009 ovvero le imprese che esercitano con veicoli di massa complessiva  fino  a  1,5  tonnellate iscritte all’Albo nazionale  delle imprese  che  esercitano  l’attività  di autotrasporto.

Validità degli incentivi
Gli investimenti previsti dal ministero dei Trasporti sono finanziabili esclusivamente se  avviati  dalla data di entrata in vigore del decreto ed ultimati entro il 15 aprile 2018.


SCARICA IL DECRETO
http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario;jsessionid=+J9soIrztvOjyPOw2ffoMQ__.ntc-as4-guri2b?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2017-08-01&atto.codiceRedazionale=17A05210&elenco30giorni=false

TABELLA
Risorse complessive
35.950.177 euro
Ripartizione
10,5 milioni di euro per l ‘acquisto di autoveicoli adibiti al trasporto di merci a trazione alternativa a metano, gas ed elettrica
10 milioni di euro per rottamare i veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione di nuovi veicoli euro 6
14,4 milioni di euro per l’acquisto di rimorchi e semirimorchi per il trasporto combinato ferroviario e marittimo
1.050.177 euro per l’acquisto di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse
Chi può fare domanda
Imprese di autotrasporto conto terzi
Strutture  societarie, risultanti dall’aggregazione delle imprese, iscritte al Registro elettronico nazionale
Imprese  che  esercitano con veicoli di massa complessiva fino a 1,5 tonnellate  iscritte all’Albo nazionale
Validità degli incentivi
Fino al 15 aprile 2018