Imprese che investono nel verde, primato in Lombardia: oltre 61 mila La Campania (quarta) ne ha 26 mila

24
06 ambiente spa gallery 3

In Lombardia le imprese eco-investitrici sono 61.650, quasi il 20% del totale nazionale. Al secondo posto il Veneto (34.797 unità), poi il Lazio (32.545 imprese green), l’Emilia-Romagna a quota 28.270 e la Campania con 26.176. A livello provinciale, Roma (25.082) e Milano (21.547) sono in testa e staccano nettamente le altre province italiane: con poco più di 9.000 imprese eco-investitrici si collocano Torino, Napoli e Bari. Questi i dati che emergono dal Rapporto 2018 Green Italy, realizzato da Symbola e Unioncamere (promosso in collaborazione con il Conai e Novamont, con il patrocinio del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare) per misurare e pesare la forza della green economy nazionale. “La Lombardia – ha commentato l’assessore regionale all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo – è la Regione leader, in Italia e in Europa, per i cosiddetti green jobs e per le aziende eco-investitrici che danno valore aggiunto al sistema di sostenibilità che è già in atto”. Scendendo nel dettaglio, Milano occupa il primo posto con circa 63.200 unità (raccogliendo il 13,4% della domanda complessiva nazionale di figure green), seguita da un’altra grande realtà, Roma, dove la richiesta di green jobs raggiunge quasi le 37.600 nuove attivazioni (il 7,9% del totale nazionale). Dietro, Torino, con quasi 23.500 nuovi contratti (5,0%), e Napoli, con quasi 16.800 contratti. Ma si posizionano nella top ten della classifica anche Brescia e Bergamo, dove la domanda di green jobs supera sempre e abbondantemente le 10.000 unità. In termini di incidenza di figure professionali green sul totale di quelle previste in entrata nel 2018, la testa della classifica include solo province del Nord: Milano, in prima posizione, con un 15,2%, seguita da Torino (14,5%), Monza (13,9%), Bergamo (13,4%) e Brescia (12,8%). Come nelle precedenti edizioni del Rapporto GreenItaly, a partire da questi dati sull’occupazione è stato stimato il contributo dei green jobs al prodotto lordo del Paese. Il valore aggiunto prodotto che si ottiene è nel 2017 di 197,2 miliardi, pari al 12,8% del totale complessivo, con un ranking regionale stilato in base al valore di questa quota che vede la Lombardia e il Trentino Alto Adige in testa, con una quota del 15,1%, seguite da Emilia-Romagna (14,2%), Valle d’Aosta (13,6%), Molise (13,4%) e Lazio (13,3%). La Lombardia è anche la regione in cui si concentra il 25,1% del totale del valore aggiunto prodotto da green jobs nel Paese.