Imprese: Roma, Napoli e Milano prime per capitani d’azienda under 35

43

Roma, Napoli e Milano prime province per giovani imprenditori in Italia, con oltre 30 mila le prime due e 26 mila Milano. Seguono Torino con 20 mila, Bari e Salerno con circa 15 mila, Palermo, Caserta e Brescia con oltre 10 mila. Crescono le imprese di giovani a Milano in 5 anni, sono circa 200 in più, +1%, sui 26 mila under 35 che seguono un’attività, secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano. Nell’ultimo anno calano di poco, restano sempre intorno alla soglia delle 26 mila imprese. Crescono piuttosto un po’ meno dell’economia milanese in generale, +4% le imprese in cinque anni. Milano si distingue nel panorama lombardo e nazionale, dove i giovani imprenditori perdono quota nel quinquennio (-15%) mentre il resto dell’economia resiste (-1% o -2%). Sono 75 mila i giovani lombardi alla guida aziendale e 534 mila gli italiani. Forte il contributo dato all’occupazione dalle imprese giovanili, 58 mila i loro addetti, di cui 7 mila le posizioni di lavoro create negli ultimi cinque anni, 4 al giorno. A Milano il sostegno viene dalle donne: +1,4% le giovani imprenditrici in un anno, +6% in cinque, 372 in più in cinque anni. Donne che, restano sempre alla guida di circa 6 mila imprese. Anche in Lombardia le donne vanno meglio tra le imprese di giovani (-3% in cinque anni), un po’ meno in Italia (-10%). Tra i settori di attività dei giovani, crescono servizi alle imprese (+45% in cinque anni), commercio e servizi (+11%) e in particolare alloggio e ristorazione (+19%), attività finanziarie (+26%).