Imu e Tasi: lunedì si paga tutto

25

(AdnKronos) – Ultimo weekend per il saldo della seconda rata Imu e Tasi 2017. Scade infatti il 18 dicembre il termine ultimo per il pagamento dell’Imposta unica comunale (IUC) introdotta nel 2014 – comma 639 dell’art. 1 della legge n. 147 del 2013 – e composta dall’imposta municipale propria (IMU) dovuta dal possessore di immobili e di una componente riferita ai servizi che si articola in: tributo per i servizi indivisibili (TASI) – a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile – e tassa sui rifiuti (TARI) – destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti – a carico di chi usa l’immobile.

Quest’anno ci sono due giorni in più per il saldo (con l’eventuale conguaglio sulla prima rata versata a giugno) visto che il 16 dicembre, scadenza ufficiale, è sabato.

“Le abitazioni principali – ricorda il sito del Mef – sono escluse sia dall’IMU sia dalla TASI, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 che restano assoggettate a entrambe le imposte”.

IL PAGAMENTO – Per quanto riguarda il pagamento, i contribuenti dovranno versare il saldo tramite versamento in ‘autoliquidazione’ con il modello F24 di cui all’art. 17 del D.Lgs. 241/1997 oppure tramite bollettino postale approvato con decreto interministeriale del 23 maggio 2014.

Per calcolare le aliquote o determinare eventuali esenzioni, il ministero dell’Economia ha pubblicato un riepilogo sul proprio sito (SCARICA QUA) assieme agli elenchi generali Regione per Regione, riferiti all’anno 2017 (QUA).