In Campania riaprono i circoli ricreativi ma con il divieto di giocare a carte

2152

Nei circoli ricreativi della Campania, pronti a riaprire giovedì 28 maggio, sarà “vietato l’utilizzo di strumenti di gioco per i quali non è possibile una disinfezione ad ogni turno”, ad esempio le carte da gioco. E’ un passaggio contenuto nel protocollo di sicurezza per i circoli culturali e ricreativi allegato all’ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Nel protocollo si fa indicazione di “privilegiare l’attività a piccoli gruppi di persone, garantendo sempre il rispetto della distanza interpersonale anche durante le attività di tipo ludico”. Per le attività che prevedono la condivisione di oggetti, ad esempio giochi da tavolo, biliardo, bocce, si indica di “adottare modalità organizzative tali da ridurre il numero di persone che manipolano gli stessi oggetti, ad esempio predisponendo turni di gioco e squadre a composizione fissa, e obbligare comunque all’uso della mascherina e alla disinfezione delle mani prima di ogni nuovo gioco”. In ogni caso, i piani di lavoro, i tavoli da gioco e ogni oggetto fornito in uso agli utenti devono essere disinfettati prima e dopo ciascun turno di utilizzo. Infine “è vietato l’utilizzo di strumenti di gioco per i quali non è possibile una disinfezione ad ogni turno, ad esempio carte da gioco”.