In estate il design colora la cucina fra tecnologia e artigianalità

16

Roma, 10 ago. (Labitalia) – In estate, anche il design vuole la sua parte. Dispensando colori, complice la bella stagione, anche in cucina, che diventa crocevia cromatico attraverso l’artigianalità e l’utilizzo delle ultime tecnologie. Il classico bianco e l’austero nero lasciano spazio a soluzioni e accostamenti originali e, perché no, a volte anche azzardati. Che sia pastello o brillante, la stagione che segna il risveglio dei sensi passa anche per il gusto dove il made in Italy si fonde al resto del mondo.

Innanzitutto, partiamo con il rubinetto, il centro nevralgico dell’ambiente cucina con una novità ideata oltreoceano ma realizzata in Italia. Si tratta del 3N1 Colored, l’erogatore ipertecnologico di InSinkErator, la multinazionale statunitense che ha inventato il dissipatore, che è in grado di offrire acqua prossima alla temperatura di ebollizione in pochi istanti.

Disponibile nella versione L-Shape e J-Shape, l’erogatore viene proposto, tre l’altro, in arancione brillante, rosa, d’orato, bianco perla: cromie che non solo rallegrano il cuore della casa, ma rispettano l’ambiente. Il rubinetto, frutto dell’ingegneria americana e del savoir faire italiano, permette non solo di risparmiare tempo, ma anche di evitare quegli inutili sprechi di acqua che contraddistinguono la preparazione di bevande, piatti, o la loro pulizia.

Le tonalità si accendono ulteriormente con i sistemi di arredamento Usm Haller dell’omonima azienda conosciuta in tutto il mondo. Sono molteplici le soluzioni che il marchio svizzero propone per l’ambiente cucina, tutte disponibili in 14 diversi colori (oltre alla variante vetrina). Le tinte più accese, come il rosso rubino, il giallo oro e il verde Usm, sono in grado di donare carattere e dinamismo agli ambienti, permettendo di personalizzare al meglio gli spazi.

Colore e personalizzazione, quindi, le parole d’ordine: i sistemi di arredamento Usm Haller possono essere, infatti, liberamente configurati a seconda delle esigenze e, grazie al configuratore online, ogni utente è libero di progettare il proprio sistema direttamente tramite il sito, per poi inoltrare la richiesta in azienda.

Colori accesi, certo, ma anche un verde rilassante che ricorda i prati e la natura. A questo forse pensava SieMatic, la storica azienda tedesca celebre per l’eccellenza delle proprie cucine, quando ha dato vita al progetto SieMatic29, una cucina-buffet nella sua versione green. Premiato con il German Design Award, è la versatile reinterpretazione della cucina buffet tradizionale, con cui l’azienda di Loehne, in Westfalia, ha ottenuto i primi successi dopo la sua fondazione proprio nel 1929. Una cucina ‘solitaria’ sviluppata in collaborazione con KInzo, un giovane team di designer di Berlino.