In fase sperimentale la cartella clinica elettronica

78

Tutti i cittadini, entro il 2015, dovranno poter avere accesso al proprio fascicolo sanitario elettronico. È uno strumento che permette di ricevere su pc, smartphone o tablet referti di Tutti i cittadini, entro il 2015, dovranno poter avere accesso al proprio fascicolo sanitario elettronico. È uno strumento che permette di ricevere su pc, smartphone o tablet referti di esami, ricette, impegnative del medico e di effettuare prenotazioni e pagamenti. In Campania è già partita la sperimentazione che “consentirà di dematerializzare le informazioni medico-sanitarie – spiega Giovanni Severino, presidente della sezione Sanità dell’Unione degli Industriali di Napoli – Ci sono prototipi che stanno funzionando su richiesta della Regione Campania. Terminata la fase sperimentale sarà operativo in tutte le realtà sanitarie, pubbliche e private”. Il fascicolo elettronico è già attivo nella clinica Pineta Grande e pazienti e medici possono accedervi via web.


Importante novità per i circa 70 mila pazienti colpiti in Campania dalla sclerosi multipla: i centri per assistere i pazienti potrebbero rientrare presto tra le strutture anche solo parzialmente convenzionate con la Regione Campania. È una delle novità emerse al convegno “Il management del paziente affetto da sclerosi multipla”: Michele Schiano di Visconti, presidente della Quinta Commissione regionale chirisce infatti che il convenzionamento è nei programmi della giunta guidata da Stefano Caldoro.


“L’ambiente sarà il tema attorno a cui declinare la programmazione dei fondi europei 2014-2020 per la Campania perché la Terra dei Fuochi torni ad essere una terra felice”: lo sostiene Severino Nappi, assessore al lavoro della Regione Campania. Nappi sottolinea che la nuova programmazione partirà “dalle imprese sane e di qualità che fanno innovazione e ricerca, sul recupero dell’accoglienza e quindi con una forte formazione sulla filiera dell’ospitalità.Ma anche sulla sanità perché si controllino i fattori ambientali”.