In Salento l’ABC dell’olio evo tra passato e futuro

36

Lecce, 29 mag. (Labitalia) – Un percorso dal passato al futuro dell’olio, attraverso scienza, storia, territorio e cultura: è ‘ABC Olio: la cultura dell’olio extravergine’, il progetto triennale che l’associazione Buonaterra – Movimento turismo dell’olio Puglia ha ideato per la riscoperta della cultura dell’extravergine e del turismo legato all’ulivo in Puglia. Culmine della programmazione sarà il 2 giugno, dalle ore 10 alle ore 24, con la seconda edizione di ‘ABC Olio’: tra passato e futuro. Una giornata dedicata alla cultura millenaria dell’ulivo, alla storia e al futuro del prodotto principe della Puglia, nel borgo di Acaya, città fortificata del XVI secolo annoverata tra i Borghi autentici d’Italia, a 8 km da Lecce, nel cuore del Salento, terra di alberi millenari e di secolare vocazione olivicola.

“Dal Nord al Sud della Puglia – commenta l’assessore regionale all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone – è possibile andare alla scoperta degli ulivi secolari, di frantoi d’epoca e musei rupestri segni della tradizione. Possiamo immaginare in Puglia vere e proprie strade dell’olio tra le masserie. Ci sono già alcune esperienze di successo nei parchi di ulivi secolari che testimoniano l’attenzione che città illuminate hanno verso la conservazione, la tutela la valorizzazione di questi veri e propri musei all’aperto che affascinano abitanti e turisti. Basta guardare al Parco dei Paduli”.

“In Puglia il viaggiatore può vivere a stretto contatto con i cicli naturali di agraria – sottolinea – e con le tradizioni, tramandate per secoli, legate alla lavorazione e alla trasformazione delle olive in un territorio che da sempre ha prodotto moltissimo olio e il suo paesaggio ne è la testimonianza. Acaya è proprio circondata da uno di questi territori e con ‘ABC Olio’ si avrà l’opportunità di visitare le strutture, conoscere i luoghi, degustare dell’ottimo olio spremuto con tecniche tramandate di generazione in generazione. La Puglia ha un patrimonio unico che potremo valorizzare ancora di più. L’enogastronomia è uno dei prodotti turistici, insieme a cultura, wedding, natura, sport, congressi, sul quale puntiamo. Per questo ci siamo dotati di un esperto nazionale che potrà aiutare il sistema turistico pugliese a crescere”.

L’evento offre un ricco programma di iniziative dedicate a turisti, visitatori e appassionati di gastronomia che annualmente visitano la zona in occasione della Festa della Repubblica. Si parte con l’expo ‘Gli evo di Buonaterra’: la piazza antistante l’ingresso del castello ospiterà una mostra-mercato aperta al pubblico, in cui i soci di Buonaterra – Movimento turismo dell’olio Puglia offriranno oli extravergine e prodotti tipici. Protagoniste le aziende Bisceglia – Mattinata (Fg), Agricola Paglione – Lucera (Fg), Sabino Leone – Canosa di Puglia (Bt), Conte Spagnoletti Zeuli – Andria, Galantino – Bisceglie (Bt), Di Molfetta – Bisceglie (Bt), Ciccolella – Molfetta (Ba), Azienda Agricola Frisino – Palagiano (Ta), Masseria Garrappa – Monopoli (Ba), Il Frantolio di D’Amico – Cisternino (Br), Sololio – Ostuni (Br), Masseria Il Frantoio – Ostuni (Br), Azienda Agricola Olére – Ostuni (Br), Frantoio Santoro – San Michele Salentino (Br), Azienda Agricola Taurino – Squinzano (Le).

Un momento, dove i visitatori potranno non solo degustare ma anche acquistare il meglio della produzione delle aziende presenti. Sarà presente anche il Movimento turismo del vino Puglia, che proporrà ai visitatori una selezione dei migliori vini pugliesi dalle aziende socie.

“’ABC Olio’ è per noi produttori – dichiara Donato Taurino, presidente di Buonaterra – Movimento turismo dell’olio Puglia – un momento chiave, l’occasione per crescere e confrontarci con gli esperti e per trasmettere al pubblico quanto la storia e la cultura dell’olio d’oliva costituiscano le radici più autentiche della nostra identità regionale. L’olio extravergine è uno dei prodotti cardine della nostra agricoltura regionale, e Buonaterra vuole valorizzarlo in tutti i suoi aspetti: non solo come prodotto d’eccellenza, ma anche come traino per il turismo enogastronomico. Il Primo Rapporto sul turismo enogastronomico vede il nostro paniere agroalimentare, quindi anche l’olio extravergine d’oliva, tra le principali motivazioni al viaggio verso la Puglia facendola posizionare tra le prime tre destinazioni italiane più desiderate”.

Ma ‘ABC Olio: tra passato e futuro’ non è solo degustazione. Mostre, videoproiezioni, contest e itinerari di visita sul territorio circostante animeranno il borgo di Acaya e le sale del Castello, per diffondere la conoscenza del vasto patrimonio olivicolo regionale e far toccare con mano a tutti i visitatori l’eccellenza dell’evo made in Puglia. Il tutto in diretta sulle frequenze di Radiorama, media partner dell’evento, che per l’occasione trasmetterà dalla piazza di Acaya, animando la giornata con i suoi dj. All’interno del castello, i partecipanti potranno assistere alla proiezione del film-documentario ‘ABC Olio: La storia e la geografia del viaggio’ del regista Carlos Solito, visitare la mostra permanente ‘Roca nel Mediterraneo. L’età del Bronzo e del Ferro’, a cura di Oronzina Malecore e Luigi Coluccia e Terra- Società cooperativa per i beni e le attività culturali e ambientali, un itinerario alla scoperta di uno dei siti più importanti dell’Italia protostorica, nel frantoio ipogeo del castello.

Non mancherà il momento ludico con il ‘Gioco dei Sensi’, degustazione ‘cieca’, con cui visitatori andranno alla ricerca delle caratteristiche che differenziano ogni olio extravergine, dalle diverse tipologie alla cultivar di origine. Chi individuerà il corretto abbinamento si aggiudicherà i prodotti offerti dai soci di Buonaterra – Movimento turismo dell’olio di Puglia.

Per esaltare le connessioni tra cultura dell’olio e la storia del territorio di riferimento, il Castello di Acaya sarà anche punto di partenza di una serie di proposte di tour individuali, a cura di Eventi d’Autore, che si snoderanno lungo le vie degli ulivi, negli antichi luoghi di produzione dell’olio della zona, dai frantoi ipogei alle antiche abbazie. Tra le tappe previste il castello di Acaya, il Frantoio Ipogeo Caffa e la chiesa di Maria SS. dell’Assunta a Vernole (a cura della Pro loco di Vernole) e l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate (a cura del Fai – Fondo ambiente italiano).

In una sala del castello si terrà il workshop, dedicato a produttori e operatori del settore. Interverranno le istituzioni coinvolte nel progetto: l’assessore all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone, il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Maria Gabellone, il sindaco di Vernole, Luca de Carlo, e il presidente di Buonaterra Movimento turismo dell’olio Puglia, Donato Taurino. Tra i relatori giornalisti come Alberto Grimelli, editore di ‘Teatro Naturale’, docenti universitari come Maria Lisa Clodoveo, Amedeo Maizza e l’operatore culturale Paolo Protopapa, la presidente del Movimento turismo del vino Puglia, Maria Teresa Varvaglione, per discutere, a partire dalla storia dell’olivicoltura pugliese, del presente, del futuro e della ricerca nel settore, della formazione e delle possibilità di turismo legate alla cultura dell’ulivo in Puglia. A moderare il giornalista Maurizio Pescari.

Il dibattito si articolerà attraverso quattro moduli: ‘Paesi e paesaggi di Puglia, volani dello sviluppo’ traccerà la storia dei territori olivicoli, con ‘EVOluzione’ si esploreranno le possibilità di sviluppo future dell’extravergine pugliese, ‘Il ‘rientro’ dei cervelli’ porterà l’esperienza di giovani professionisti formatisi nelle più prestigiose scuole d’Italia per poi concludere, infine, con ‘Olio, cibo, vino: culti e culture del #weAreinPuglia’, un focus sul turismo culturale legato all’enogastronomia. Conclude il programma l’Incontro con l’autore Carlos Solito, intervistato da Maurizio Pescari sul suo film-documentario ‘ABC Olio: La storia e la geografia del viaggio’, un viaggio attraverso i territori dell’olio di Puglia, incontrando le persone che fanno parte della cultura dell’olio extravergine d’oliva. Al termine seguirà la proiezione del docufilm.

‘ABC Olio: tra passato e futuro’ è inserito in una più ampia programmazione progettuale dal titolo ‘ABC Olio: la cultura dell’olio extravergine’, presentata da Buonaterra – Movimento turismo dell’olio Puglia e finanziata dal Fondo di sviluppo e coesione – Fsc 2014-2020 ‘Patto per la Puglia’, Avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali, promosso dall’assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia.