In/Arch Campania
De Luca presidente

78

Carlo De Luca è il nuovo presidente dell’In/Arch Campania, Istituto Nazionale di Architettura / Sezione Campania. De Luca è stato eletto dal consiglio direttivo che si è riunito Carlo De Luca è il nuovo presidente dell’In/Arch Campania, Istituto Nazionale di Architettura / Sezione Campania. De Luca è stato eletto dal consiglio direttivo che si è riunito a Palazzo Partanna. Carlo De Luca succede a Pasquale Belfiore, che ha guidato l’Istituto per quindici anni. De Luca, architetto, 54 anni, è stato eletto all’unanimità. Rimarrà in carica 3 anni. Il consiglio direttivo ha eletto tutte le cariche: l’imprenditrice e architetto Carmela Lamberti è il nuovo vice presidente, Giovanni Aurino è il segretario, mentre il tesoriere è Marco Fabio De Lillo, entrambi architetti. Completano il consiglio direttivo gli architetti Agostino Granato, Riccardo Rosi e Massimiliano Rendina, architetto e docente universitario. Con il rinnovo delle cariche si apre una nuova fase dell’Istituto Nazionale di Architettura, che torna ad essere un luogo di discussione e di confronto sui temi che attengono all’architettura e alle dinamiche politiche, economiche e culturali che la alimentano. Presente sul territorio nazionale con altre dieci sedi regionali, anche in Campania l’In/Arch intende rilanciare la sua azione di promozione e valorizzazione dell’architettura in continuità con quanto affermava nel 1959 Bruno Zevi, il fondatore dell’Istituto, che immaginava un’istituzione culturale che fosse il luogo d’incontro delle forze economiche e culturali del Paese che partecipano al processo edilizio. “Nella fase di crisi che oggi attraversa il Paese, e che si ripercuote con particolare drammaticità nella capacità dell’architettura di incidere nei processi di trasformazione del territorio – afferma De Luca – l’In/Arch vuole riproporre con forza il suo ruolo e trovare nuovi temi per un rinnovato impegno politico e culturale“. Dai temi più generali della rigenerazione urbana e della Green Economy applicata all’architettura contemporanea, alle questioni più legate al territorio come la città metropolitana, le politiche urbanistiche, i grandi interventi di trasformazione urbana, l’In/Arch intende fornire, con l’attuale dirigenza, un contributo fattivo di idee e di iniziative. Il primo appuntamento sarà il Premio Regionale di Architettura 2015 che ambisce a monitorare, attraverso le opere realizzate, lo stato dell’architettura in Campania negli ultimi anni.