Inca in piazza per la giornata della tutela

26

Roma, 23 mar. (Adnkronos/Labitalia) – “Ad ognuno il diritto alla tutela”. Con questo lo slogan domani l’Inca, insieme alla Cgil, sarà in oltre 150 piazze delle principali regioni, a partire dalle ore 10, per far emergere l’intensa attività di assistenza individuale, che ogni anno assicura a milioni di cittadini e cittadine su materie previdenziali e socio assistenziali.

L’esperienza, già realizzata più volte, vedrà il coinvolgimento di tutti gli operatori e operatrici del Patronato della Cgil che, utilizzando anche uffici mobili, offriranno i loro servizi nelle piazze per dare tutte le informazioni necessarie sulle prestazioni di welfare, pensioni, previdenza, infortuni, malattie professionali, permessi e congedi per maternità/paternità, invalidità civile, politiche migratorie e tanto altro ancora. Materie sulle quali il legislatore, soprattutto negli ultimi anni intervenendo ripetutamente, ha modificato nel profondo le modalità di riconoscimento.

Lo scopo dell’iniziativa non è solo di diffondere la conoscenza dei diritti ed estendere le opportunità affinché ad ognuno sia data la possibilità di esercitarli, ma anche quello di far conoscere come il Patronato abbia riorganizzato la propria struttura per rispondere in modo più aderente alla realtà ai bisogni vecchi e nuovi di tutela.

Per l’Inca, la giornata della tutela sarà un’occasione preziosa per sottolineare, ancora una volta, come il prezioso ruolo sociale del Patronato di intermediazione tra il cittadino e le Pubbliche amministrazioni sia un patrimonio irrinunciabile per dare risposte alla crescente domanda di assistenza.

Parteciperanno a questa giornata della tutela i dirigenti dell’Inca e della Cgil, a sottolineare lo stretto legame tra l’attività di tutela individuale del Patronato e quella collettiva, esercitata dal sindacato. Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, insieme a Claudio di Berardino, del collegio di presidenza Inca, sarà a Milano, dove saranno allestiti due gazebo a Sesto San Giovanni e in via Osoppo (zona San Siro); i segretari confederali Cgil, Nino Baseotto, in Veneto; Vincenzo Colla, a Bologna, Tania Scacchetti, a Modena, Rossana Dettori a Roma e Giuseppe Massafra a Taranto; Morena Piccinini, presidente Inca, a Parma, presso il centro culturale Edison; Fulvia Colombini a Torino, dove il gazebo sarà allestito presso il centro commerciale Parco Dora e Silvino Candeloro a Bari, in corso Vittorio Emanuele.

Dal nord al sud, saranno allestiti gazebo, punti di incontro e aperture straordinarie delle sedi di Patronato e delle Camere del Lavoro: in Piemonte, 3 gli appuntamenti: a Torino, presso il centro commerciale Parco Dora, in via Livorno, nel mercato di Collegno, in piazza Torello e in quello di Pinerolo, in piazza Facta. In Lombardia, a Milano saranno allestiti due gazebi e un altro a Como, aperto dalle 9 alle 13, a Porta Torre, mentre la sede della Cgil (via Italia Libera 23) sarà aperta per rispondere a quesiti in materia previdenziale, assistenziale e in tema di infortuni e malattie professionali.

In Veneto, 15 le piazze che saranno coinvolte in questa giornata, a Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia e Verona. Aperture straordinarie degli uffici di patronato anche in Liguria, Toscana, Marche, Trentino e Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Val d’Aosta, nei tanti punti in cui è presente l’Inca. In Emilia Romagna, tra i numerosi avvenimenti, anche culturali, quello di Reggio Emilia, dove l’Inca ha organizzato una puntata speciale de “I diritti in diretta”, che andrà in onda sul Canale 11 di Telereggio dalle 9.30 alle 12.

Mentre a Cesena, il Patronato della Cgil, insieme alla confederazione, sarà tra la gente in piazza Almerici dalle 10 alle 18 con un gazebo e diverse postazioni, dotate di un personal computer, per consentire agli operatori e alle operatrici dell’Inca di fornire le prime risposte alla domande di tutela dei cittadini e delle cittadine in materia previdenziale e socio assistenziale. Un viaggio alla scoperta dei #diritti e delle #tutele con le operatrici e gli operatori dell’Inca e della Cgil, con interviste e telefoni aperti per fornire ai cittadini informazioni in materia previdenziale, assistenziale e tutela della salute.

In Umbria, le iniziative si svolgeranno nelle piazze di Perugia, a Pian di Massiano, Terni, in piazza Solferino, Città di Castello, in piazza Matteotti e a Foligno in largo Carducci; in Abruzzo, l’iniziativa si svolgerà a Pescara, in piazza Sacro Cuore e a Popoli, in piazza Paolini, a partire dalle 10, mentre a Termoli, in Molise, dalle 9 alle 14, sarà allestito un punto di incontro in corso nazionale (angolo via Adriatica).

Altrettanto nutrito il numero dei punti di incontro con e tra la gente, organizzati nel Lazio: via della Magliana, angolo via Pescaglia (Roma), via Sapori, prospicente ingresso Coop 35-37 (Roma), via Casilina 1091, presso il Centro commerciale ‘Ipercoop’ (Roma), Piazza Don Bosco (Roma), Piazza di Tor San Michele (Ostia), Piazza della pace (Ciampino), Piazza Pia (Anzio), Piazza Tommaso Frasconi (Genzano), Piazza Garibaldi (Tivoli), Viale Bruno Buozzi (Monterotondo), via Mercantanti 1, presso il Centro commerciale ‘Perseo’ (Rieti)”.

Tantissimi ancora gli appuntamenti in Calabria: a Catanzaro, presso il Lungomare (dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 20, nella sola mattinata dalle 8.30 alle 13, a Corigliano, in piazza Salotto; a Castrovillari, in piazza Municipio; a Diamante, presso il mercato comunale mensile; a Cosenza, in piazza XI settembre; a Crotone, in piazza Pitagora; a Gioia Tauro, in piazza Duomo; a Reggio Calabria, su Corso Garibaldi; a Vibo Valentia su Corso Vittorio Emanuele III e infine a Siderno, presso il Centro Commerciale Le Gru, dove l’iniziativa si prolungherà dalle ore 9 alle 20.

Analoghe iniziative sono previste in Puglia, Basilicata, Campania e Sardegna. Tra i tanti avvenimenti che caratterizzeranno la giornata nazionale della tutela individuale, ad Olbia sarà allestito un gazebo nella piazza del Comune, che resterà aperto dalle 9.30 alle 13, mentre in Sicilia, saranno 3 gli appuntamenti, che si articoleranno in tre giornate: il 22 al mercato di Licata, il 23 a quello di Agrigento, per concludersi a Sciacca sabato 24 nella Piazza Gerardo Noceto.