Incendio a Battipaglia, sos nube tossica: chiusi negozi e scuole

49

Scuole e negozi chiusi con l’obbligo per gli abitanti di tenere chiuse le finestre. E’ questa la conseguenza dell’incendio divampato, questa notte, in un’azienda della zona industriale di Battipaglia, nel salernitano. A prendere fuoco è stata una grossa quantità di pneumatici stoccati nello stabilimento. A causa dell’imponente nube di fumo nero che ha invaso la città, il sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese, ha firmato un’ordinanza che dispone la chiusura e la sospensione delle attività scolastiche per tutta la giornata all’istituto onnicomprensivo ‘Sandro Penna’ e all’istituto superiore ‘Enzo Ferrari’. Sul posto i vigili del fuoco con numerose squadre che sono al lavoro per spegnere il rogo e le forze dell’ordine per stabilirne le cause. Allertata anche la protezione civile. Quest’ultima, attraverso i social, ha reso noto che resteranno chiuse anche le attività produttive e commerciali nel raggio di un chilometro dal rogo. Inoltre, consiglia di “lavare accuratamente ortaggi e panni esposti all’esterno”. Il primo cittadino di Battipaglia ha chiesto a tutti i suoi concittadini di andare dinanzi all’impianto che riceve i rifiuti di tutta la provincia di Salerno: ” “La nostra città stata svegliata da una nube tossica di pneumatici che bruciano, e dalle prime indagini sul luogo l’incendio sembrerebbe doloso. Non me ne andrò fino a quando non verrà qualcuno a darci delle risposte e a rassicurarci”.