Incontri di Valore all’Habita 79 di Pompei: la seconda edizione si chiude con Bartoletti e i figli di Andreotti

35
in foto Nicola Ruocco con i figli di Giulio Andreotti, Serena e Stefano

Si è svolto ieri, presso Hotel Habita79 in Pompei, l’attesissimo dodicesimo evento della kermesse “Gli Incontri di Valore” diretta dal manager Nicola Ruocco. Ospiti della serata, Serena e Stefano Andreotti, figli di Giulio Andreotti, curatori del libro “I diari degli anni di Piombo”, edito Solferino. Un libro di grandissimo interesse storico che raccoglie le memorie e gli appunti di Giulio Andreotti nel periodo tra il 1969 e il 1979, il decennio delle stragi nere di piazza Fontana, di Brescia e dell’Italicus, fino alla morte di Aldo Moro e degli agenti della sua scorta. Fu anche il periodo delle grandi riforme con l’istituzione delle Regioni, lo Statuto dei lavoratori, l’introduzione del divorzio, il nuovo diritto di famiglia, la regolamentazione dell’aborto, la maggiore età ai diciottenni. E furono infine anche anni di gravi crisi economiche, di atti terroristici soprattutto legate al petrolio e alle oscillazioni valutarie. Una attenta documentazione in presa diretta di un’epoca ancora viva nella memoria di milioni di italiani.
Domenica 19 giugno, invece, Ruocco ha ospitato come undicesimo evento il giornalista ed opinionista Marino Bartoletti, con il suo ultimo libro “Il ritorno degli dei”. “Il ritorno degli Dei”, Gallucci Editore, proietta in una nuova dimensione del sogno e della memoria, come dirà lo stesso Ruocco nel corso della presentazione. Paolo Rossi, Enzo Bearzot e Diego Armando Maradona sono solamente alcuni dei protagonisti del romanzo. Ma non solo protagonisti calcistici. Nel libro, ricorre la figura del “Grande Vecchio”, ossia Enzo Ferrari. Tutti i personaggi ruotano intorno ad Enzo Ferrari ed il suo assistente Francangelo. Gli aneddoti e le emozioni vissute in prima persona dall’autore insieme ai personaggi descritti nel libro sono alla base della pubblicazione. La dedica è importante: A Diego e Paolo, grandi e insostituibili amici. Due uomini immagine di un calcio che non esiste più.
“Chiudere la seconda edizione della kermesse con ospiti di eccezione come Serena e Stefano Andreotti è stato motivo di grandissimo pregio ed onore – ha affermatp il patron della kermesse Nicola Ruocco -. La pubblicazione delle memorie e appunti di loro padre è come aprire la finestra su pagine di storia della nostra nazione, sulle quali un po’ tutti noi è bene ci confrontassimo e analizzassimo. Conoscere la nostra memoria storia è fondamentale per accettare ed affrontare le sfide future che ci attendono”.  “Ringrazio chiaramente anche Marino Bartoletti per lo straordinario incontro che ci ha regalato domenica scorsa – continua Ruocco -; col suo animo gentile ci ha fatto dono di un momento unico, grazie anche a suggestive letture di passaggi del suo libro, che ci hanno proiettati in una nuova dimensione emozionale. Parlare di Maradona poi ha fatto vibrare i nostri ricordi più fervidi e felici, che sono stati amplificati e impreziositi anche dalla bellissima esposizione di rari cimeli del Pibe de oro messi a disposizione dal Museo Cammarota, a cui rinnovo i ringraziamenti”.
La kermesse “Gli Incontri di Valore” ha come obiettivo raccogliere fondi, dalla vendita dei libri, da destinare ad attività benefiche sul territorio. Intanto la terza edizione degli Incontri è già in cantiere. Afferma Ruocco “Avrei già oggi ulteriori incontri fuori programma da gestire, sintomo che la kermesse ormai ha raggiunto una importante visibilità ed attenzione; sto tuttavia già lavorando sulla pianificazione della terza edizione periodo settembre – dicembre ancora più ricca di autori, contenuti, valori” Conclude “Ringrazio l’hotel Habita79 di Pompei per la preziosa ospitalità e vicinanza, struttura il cui grande stile salottistico e cura del dettaglio ha aiutato non poco a sortire il successo della kermesse”.