Incontri di Valore nel segno dell’arte: in mostra all’hotel Habita 79 di Pompei le opere di Omar Galliani

42
in foto Sultan Fiore, Stefano Costantini, Omar Galliani, Nicola Ruocco 

“Nel nome del segno”: è il titolo della mostra di Omar Galliani inauguratasi domenica 26 maggio a Pompei nell’ambito degli Incontri di Valore promossi nel salotto dell’hotel Habita 79 dal patron della rassegna Nicola Ruocco, assieme a Sultan Fiore, (proprietaria della struttura) e  Stefano Costantini, curatore della Ticinese Art Gallery Milano.
“Artista di grande raffinatezza, Omar Galliani – si legge in una nota – è oggi uno dei più conosciuti ed apprezzati sulla scena italiana e internazionale. Maestro del disegno, la sua tecnica si basa sull’uso di grafite o carboncino su materiali bianchi o chiari, per poi tracciarvi sapienti linee e chiaroscuro…”. La serata, assai attesa, ha visto la partecipazione di un pubblico particolarmente attento e numeroso che, dopo la presentazione, ha avuto modo di ammirare le varie opere che saranno in esposizione fino al prossimo ottobre.

“Quando si parla di arte tocchiamo con mano le leve valoriali e culturali più profonde – ha affermato Ruocco -, perché il messaggio artistico è forse l’elemento che più di tutti unisce, attraverso i sensi, la parte razionale con la parte emozionale di ognuno di noi”. “E’ un onore – ha continuato – aver ospitato nel programma degli Incontri di Valore un artista dello spessore di Omar Galliani: le sue opere, attraverso il chiaroscuro e il contrasto recano un messaggio di grande spirituralità, che induce alla riflessione e all’introspezione. I valori emergono forti e ben marcati nelle sue opere, e ringrazio Omar anche per il bellissimo messaggio che ci ha voluto donare e con il quale volutamente ho concluso la presentazione, cioè la bellezza come strumento universale ed assoluto per sconfiggere la paura e le incertezze del quotidiano”.  Ruocco  ha poi ringraziato “i tanti partner che mi sono vicini nella kermesse Gli Incontri di Valore, assieme alla famiglia Fiore che ha reso possibile accogliere questa importante mostra”.

Alla presentazione della mostra è intervenuta anche Sultan Fiore. “Le nostre esposizioni – ha detto – si rinnovano ciclicamente consentendo non solo all’albergo di rinnovarsi ma di portare a Pompei, luogo celebre in tutto il mondo per il suo patrimonio archeologico, delle proposte di arte contemporanea e di instaurare, così, una contaminazione tra il passato ed il presente. Nelle opere di Omar Galliani vediamo reinterpretati in chiave contemporanea elementi rinascimentali e neo classici”.
Per il gallerista Stefano Costantini, infine, “dalle opere di Omar Galliani si evince una rigorosa disciplina artistica, un mantra, dove il segno grafico diviene quasi divino, una sorta di alchimia per la ricerca eterna della perfezione grafica”.

Di grandissimo interesse i prossimi Incontri di Valore. Ad accomodarsi nel salotto di Nicola Ruocco, mercoledì 29 alle ore 17, sarà Sara Doris, figlia di Ennio. tra più grandi innovatori del settore bancario italiano. Sara Doris, vicepresidente di Banca Mediolanum e presidente della Fondazione Mediolanum, presenterà il libro “Ennio, mio padre”, edito da Piemme.
Mercoledì 5 giugno sarà la volta di un altro ospite particolarmente atteso, l’imprenditore Federico Marchetti, con il suo libro “Le avventure di un innovatore”, edito da Longanesi. Marchetti è un imprenditore visionario, fondatore di Yoox, definito dal New York Times “l’uomo che ha portato la moda sul web”.