Incontri online sul Covid-19 all’Ambasciata d’Italia in Argentina

45
In foto Giuseppe Manzo
L’ambasciata italiana in Argentina sponsorizza una serie di incontri virtuali sull’emergenza Covid-19, organizzata dalla sede di Buenos Aires dell’Università di Bologna. In particolare, con il patrocinio dell’ambasciata italiana a Buenos Aires e della Regione dell’Emilia Romania, la Rappresentanza nella Repubblica argentina dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, si sta organizzando una serie di incontri virtuali per discutere dell’emergenza sanitaria in corso e condividere esperienze e procedure, con particolare attenzione all’Italia e all’Argentina; come riportato dal ‘Giornale Diplomatico’.
“Questa è un’iniziativa di particolare importanza”, ha affermato l’ambasciatore Giuseppe Manzo, “volta a discutere e condividere esperienze e procedure sulla gestione della pandemia Covid-19. Anche in un momento complesso come quello attuale, questa iniziativa dimostra la vitalità del dialogo e di cooperazione scientifica e accademica tra Italia e Argentina”. Nella prima riunione, svoltasi il 28 aprile, il Commissario nominato per la gestione dell’emergenza Covid-19 in Emilia Romania, Sergio Venturi, ha ampiamente illustrato l’esperienza di una delle regioni italiane più colpite dal virus e con altri esperti dei settori partecipanti durante il Webinar ha fatto riferimento in modo speciale agli aspetti più critici affrontati e alle esperienze acquisite.
Nel secondo seminario, i rappresentanti di due importanti strutture sanitarie argentine e brasiliane hanno affrontato specificamente alcune delle principali sfide affrontate durante la pandemia, la gestione del personale medico-sanitario (turni, telelavoro, personale a doppia occupazione) il fatto di essere tra i pazienti affetti da Covid-19 e quelli con altre patologie, le misure per garantire la sicurezza del personale e dei pazienti (test, disinfezione, fornitura di materiale di prevenzione, distanziamento) e la prospettiva dell’arrivo imminente inverno, che causerà inevitabilmente un aumento maggiore nei pazienti con malattie stagionali e Covid-19.
I prossimi incontri discuteranno di altri aspetti relativi all’emergenza Covid-19, comprese le questioni scientifiche sollevate dal virus covid e le esperienze acquisite nella gestione dei sistemi sanitari nazionali durante la pandemia, durante l’ultima riunione, prevista per il 23 giugno, verrà affrontata la questione degli effetti economici e politici prodotti dall’emergenza.