Incurabili, mancano anestesisti: donna non può operarsi al cancro

77

Affida a Facebook le sue preoccupazioni, le sue paure. Una donna ha un carcinoma al seno sinistro, che, come le ha evidenziato il medico che la segue, va operato. Purtroppo però, la struttura ospedaliera alla quale la donna fa riferimento, gli Incurabili di Napoli, non ha anestesisti. È lei stessa a raccontarlo nel lungo post, nel quale chiede consigli e scrive: “Non voglio favori o privilegi, voglio solo vivere”.
All’Incurabili le attività non urgenti sono fortemente rallentate della insufficienza di anestesisti nelle equipe mediche. A rispondere alla donna è Mario Forlenza, direttore generale della Asl Napoli 1, il quale fa sapere che “giovedì scorso, la Asl ha anche sbloccato la possibilità del ricorso ad attività aggiuntiva in autoconvenzione in deroga alla normativa di settore, ma solo per gli anestesisti”. “Dovremmo vederne gli effetti già dalla settimana prossima – sottolinea – e per tutto il periodo estivo”.
“È l’occasione di parlare della carenza di anestesisti, di chiarire la reale situazione non solo presso presso il Presidio ospedaliero degli Incurabili”. “È noto che la Asl Napoli 1 e anche tutte le altre Asl della Regione – afferma – hanno difficoltà a reperire medici anestesisti”.
Una carenza che si è tentato di colmare con uno specifico concorso “dopo 15 anni” per 21 anestesisti. Le procedure di assunzione dei vincitori del concorso e di ulteriori 12 unità per scorrimento della graduatoria “sono state avviate, ma la effettiva presa di servizio degli stessi avverrà non prima di settembre”. I nuovi assunti saranno destinati alle strutture che ne hanno necessità.