Industria 4.0, a Maddaloni confronto studenti-imprese sulla formazione

55
In foto la sede dell'Istituto Tecnico Superiore per la Mobilità Sostenibile Trasporti Ferroviari di Maddaloni

L’importanza di una formazione fortemente specializzante. Sarà questo il fulcro sul quale si svilupperanno i due giorni, di convegni ed incontri tra studenti e aziende organizzati dall’Istituto Tecnico Superiore per la Mobilità Sostenibile Trasporti Ferroviari di Maddaloni (Caserta).
Il 13 e 14 settembre si parlerà di Nuove strategie dei percorsi Formativi per l’industria 4.0 e dell’alternanza Scuola Lavoro quale strumento imprescindibile per preparare i giovani al mercato del lavoro. L’Open Day è articolato su due location, il Villaggio dei Ragazzi, istituto tecnico secondario di Maddaloni e la sede dell’ITS per la Mobilità Sostenibile all’interno dell’Interporto Sud Europa.
Il presidente della Fondazione dell’ITS, Vincenzo Torrieri, spiega che “l’attività convegnistica e divulgativa messa in atto ricade nel quadro delle iniziative per l’orientamento degli studenti verso quei percorsi formativi che portano al conseguimento del Diploma di Tecnico Superiore rilasciato dal Miur in un settore, quello dei trasporti, con grande domanda da parte delle aziende, basti pensare che circa otto diplomati su dieci iniziano a lavorare entro un anno.
Gli incontri del 13 e 14 si sviluppano con un seminario per ciascun giorno ai quali prenderanno parte relatori sia del mondo formativo ed istituzionale ma anche del mondo delle imprese e confindustriale, in coda a questi eventi, in aree appositamente allestite, ci saranno attività di informazione per studenti e genitori che entreranno a contatto direttamente con Alis, Ise e Giordano editore per il settore logistico, con Anm, Eav, Nuova Comafer, Tmc e Isarail per il settore ferroviario, Vulcanair per il settore aeronautico.”
“E’ da evidenziare la presenza di un momento “esperenziale” per i ragazzi, il giorno 14, con visite guidate ad alcune aziende partner della Fondazione quali Nuova Comafer, Anm, Eav e Ise.
E’ nostro auspicio – conclude Torrieri – un’ampia partecipazione delle scuole che hanno l’importante compito di informare i ragazzi sulle nuove specializzazioni richieste dalle aziende. L’iscrizione ai corsi avviene attraverso la partecipazione ai bandi che pubblichiamo sul sito dell’Istituto ed attualmente quelli aperti fino al 28 settembre sono due uno per l’abilitazione professionale per la manutenzione di veicoli aerei (ex normativa Enac: Ente Nazionale Aviazione Civile) e ferroviari ( ex normativa ANSF: Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria) e l’altro per il conseguimento del Diploma di “Tecnico Superiore per l’infomobilità e le infrastrutture logistiche”