Informazioni Pac: 3 mln a Pmi e Atenei

31

Un budget di 3 milioni di euro per sostenere azioni di informazione sulla politica agricola comune (Pac) per il 2015. La Commissione europea invita Un budget di 3 milioni di euro per sostenere azioni di informazione sulla politica agricola comune (Pac) per il 2015. La Commissione europea invita università, aziende e ricercatori a presentare progetti capaci di contribuire a spiegare, attuare e sviluppare la Pac e di sensibilizzare l’opinione pubblica sui suoi contenuti e obiettivi. Informazioni per i cittadini I temi specifici dovranno essere individuati in funzione del pubblico. Se l’informazione sarà diretta ai cittadini, i temi prioritari riguarderanno argomenti generali relativi alla Pac e dovrebbero concentrarsi sui suoi tre elementi centrali: sicurezza alimentare, gestione sostenibile delle risorse naturali e sviluppo delle zone rurali. Queste azioni sono volte a informare un gran numero di persone sui temi fondamentali della nuova Pac. Azioni per gli operatori Le azioni destinate agli operatori rurali dovrebbero, invece, concentrarsi sull’esecuzione delle misure introdotte nel quadro della recente riforma della Pac e sulle questioni specifiche riguardanti le iniziative strategiche avviate dopo la riforma, come l’agricoltura biologica. Le azioni devono comprendere varie attività o strumenti di comunicazione tra produzione e distribuzione di materiale multimediale o audiovisivo; produzione e distribuzione di materiale stampato (pubblicazioni, manifesti); creazione di strumenti per le reti sociali e su internet; eventi mediatici; conferenze, seminari, gruppi di lavoro e studi su questioni inerenti alla Pac; eventi del tipo “fattoria in città” che aiutano a illustrare l’importanza dell’agricoltura agli abitanti delle città; eventi del tipo “porte aperte”, per spiegare ai cittadini il ruolo dell’agricoltura; mostre fisse o itineranti o sportelli d’informazione. Destinatari dei finanziamenti Possono accedere ai contributi enti no – profit; Università; Istituti scolastici; ricercatori; imprese; consorzi. Sovvenzione L’agevolazione viene erogata sotto forma di finanziamento misto composto da un rimborso del 50 per cento dei costi diretti ammissibili effettivamente sostenuti; un contributo forfettario pari al 7 per cento del totale dei costi diretti dell’azione, ammissibile a titolo dei costi indiretti poichè rappresenta le spese amministrative generali del beneficiario che possono essere considerate imputabili all’azione. Nel caso di organizzazioni che ricevono una sovvenzione di funzionamento per il periodo di esecuzione dell’azione di informazione, i costi indiretti non sono ammissibili. Per partecipare al bando è possibile presentare la propria candidatura fino al 5 gennaio 2015.


Risorse complessive 3 milioni di euro Cofinanziamento Fino al 50 per cento dei costi diretti ammissibili Chi può partecipare Organismi no – profit Università Istituti scolastici Ricercatori imprese consorzi Destinatari dell’informazione Cittadini Operatori rurali Scadenza 5 gennaio 2015