Infortuni sul lavoro, morti bianche in aumento del 4,8%

38

Tra gennaio e agosto sono stati denunciati all’Inail 422mila infortuni sul lavoro (+1,3%), 682 dei quali con esito mortale, +4,8% rispetto al 2016. Lo rende noto l’Istituto, spiegando che nello specifico sono state 421.969 le denunce d’infortunio, ossia 5.229 in più rispetto allo stesso periodo del 2016, per effetto di un aumento infortunistico dell’1,3% registrato per i lavoratori (quasi 3.400 casi in più) e dell’1,2% per le lavoratrici (oltre 1.800 in più). Mentre i casi di morte sono 31 in più rispetto ai 651 decessi dell’analogo periodo del 2016 (+4,8%) e 70 in meno rispetto ai 752 eventi mortali registrati tra gennaio e agosto del 2015 (-9,3%). Le “fotografie” scattate il 31 agosto del 2016 e del 2017 evidenziano, per il totale dei due primi quadrimestri, un aumento di 48 casi (da 526 a 574) nella gestione Industria e servizi (+9,1%), una diminuzione di quattro casi (da 92 a 88) in Agricoltura (-4,3%) e un calo di 13 casi (da 33 a 20) nel Conto Stato (-39,4%), sottolinea l’Inail.