Inizia l’esodo estivo, la mappa delle strade a rischio

75

Positivo il bilancio del primo weekend di esodo estivo con bollino rosso, secondo l’Anas, la quale ricorda che sui circa 25 mila chilometri di rete stradale e autostradale a sua gestione si è registrato traffico sostenuto e disagi contenuti. Il numero di veicoli in movimento è stato considerevole, viene sottolineato, sin da venerdì pomeriggio, situazione che è proseguita anche ieri, sabato, e in prevalenza nella prima parte della giornata e nel pomeriggio di oggi, domenica 30 luglio. Il traffico intenso, ricorda ancora l’Anas, ha riguardato le direttrici nord sud e verso le località costiere ma anche spostamenti di breve percorrenza che hanno determinato rallentamenti sulla rete stradale in prossimità delle località turistiche. In serata previsto traffico in aumento per i rientri verso i grandi centri urbani. Si confermano strade delle vacanze, con i maggiori flussi di traffico, la statale 36 ‘del lago di Como e dello Spluga’ in Lombardia, l’itinerario E45 verso Forlì-Cesena, la strada statale 309 ‘Romea’ in Veneto e Emilia Romagna, la statale 20 ‘Del Colle di Tenda’, la strada statale 51 ‘di Alemagna’, le intere dorsali ‘Adriatica’, ‘Jonica’, ‘Tirrena Inferiore’ e ‘Tirrena Superiore’, l’Aurelia in Toscana e nel Lazio, l’Appia nel Lazio e in Campania,l’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’, l’autostrada ‘Palermo-Mazara del Vallo’ A19 e la Tangenziale di Catania in Sicilia. In Sardegna la statale 131 ‘Carlo Felice’, la statale 129 ‘Trasversale Sarda’ e la statale 729 ‘Sassari Olbia’, lungo la quale domani, lunedì 31 luglio, saranno aperti altri 2,7 km del nuovo tracciato, che comprende il collegamento diretto con l’aeroporto di Olbia. Da ultimo, ricorda l’Anas, intensi flussi veicolari si sono registrati anche ai valichi di confine in direzione di Francia, Slovenia e Croazia.