Innovation Village, al via l’edizione 2019: new entry Graded e Carpisa

97
In foto incontri tra imprenditori all'Innovation Village

Da giovedì 4 a sabato 6 Aprile torna Innovation Village, fiera-evento organizzata dalla società Knowledge for Business in collaborazione con la Regione Campania, che in pochi anni è riuscita a caratterizzarsi come il principale evento di promozione dell’innovazione nel Centro-Sud.
Nuova la location, il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, nel cuore di un territorio come Napoli Est sempre più strategico per l’eco-sistema dell’innovazione campana. Non cambia la durata, tre giorni che chiameranno a raccolta, professionisti, imprenditori e innovatori provenienti da tutta Italia. Ingresso sempre gratuito, registrazione sul sito ufficiale della manifestazione.
Innovation Village si caratterizza quest’anno per la nascita di un premio, l’Innovation Village Award, istituito con l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile e in collaborazione con Atia-Iswa Italia, Inail Campania, Banca Sella Tec Up e Premio Best Practices, che vuole valorizzare le esperienze di innovazione “sostenibile”. Già selezionati i dieci finalisti, scelti da una giuria tra le 120 proposte arrivate: i vincitori saranno premiati nel corso del convegno d’apertura della manifestazione, giovedì 4 Aprile alle ore 9.

Le sfide tecnologiche
Un dato importante di questa edizione è la partecipazione di grandi imprese industriali, da Banca Sella a Fca, Graded, Erg, Gruppo Balletta, Carpisa, Enel e altre. Lanceranno “sfide” tecnologiche agli innovatori del territorio, saranno presenti nella sessione di Open Innovation promosse dall’assessore regionale all’Innovazione Valeria Fascione e interverranno in altri eventi della tre giorni.
Graded, la società del settore energia guidata dal presidente di Unione Industriali Napoli Vito Grassi, ad esempio, oltre a presentare il proprio software per la gestione di una piattaforma centralizzata per il monitoraggio dei dati di produzione energetica in real-time il 4 aprile, sarà ospite, durante l’intera tre giorni, dello spazio espositivo della Federico II. Riflettori accesi sulla “Green Farm Corporation”, la fattoria ecologica capace di operare e autosostenersi sfruttando fonti energetiche rinnovabili come sole, vento e biomasse, per la quale è stato siglato lo scorso luglio un accordo con il Dipartimento di Agraria dell’Ateneo napoletano per la realizzazione del progetto in via sperimentale in un’azienda agricola di Castevolturno.
Il trasferimento a Pietrarsa ha inoltre consentito di aprire con Ferrovie dello Stato una collaborazione che sarà concretizzata nelle prossime settimane.

Agrifood e didattica inclusiva
Riflettori accesi anche sull’innovazione nel comparto Agrifood, dal packaging green alle innovative tecniche per l’agricoltura di precisione, al valorizzazione e il riutilizzo degli scarti in agricoltura. E sull’innovazione e sicurezza con Inail, che presenterà il caso di Maria Maione, giovane infortunata sul lavoro alla quale è stato applicato un piano protesico-riabilitativo estremamente innovativo con due interventi chirurgici mai effettuati in Italia.
Numerosi gli appuntamenti in agenda con il rilascio di crediti formativi professionali in partnership con Ordine degli Ingegneri, Architetti, Periti Industriali, Chimici e Fisici.
E ancora, nell’area School Village, strumenti innovativi per una didattica inclusiva, con laboratori stampa 3D, robotica, realtà virtuale e sviluppo App. R-Store presenta inoltre una nuova tecnologia sviluppata da Apple per l’analisi e la prevenzione ECG.
“In questi anni di lavoro siamo riusciti a fare della manifestazione una piattaforma condivisa, grazie anche al supporto scientifico che Federico II, Cnr e altri enti di ricerca ci hanno dato”, spiega Annamaria Capodanno, direttrice di Innovation Village. “È stata importante per noi anche la fiducia che le istituzioni regionali, insieme ad altri enti, tra i quali Enea e gli Ordini professionali, hanno riposto in Innovation Village, individuandola fin dall’inizio come un’occasione di confronto e valorizzazione delle strategia per l’Innovazione”.