Innovaway, vetrina olandese per Multilanguage service desk, servizio per imprese che operano su mercati esteri

85

Aja, 16 dic. (Labitalia) – Come assicurare che nel giro di 24 ore a Pechino vengano realizzate 50 postazioni di lavoro? Come supportare le postazioni di lavoro di 30 dipendenti in Finlandia? Come ottenere gli aggiornamenti contemporaneamente in 6 paesi diversi? Sono sfide cui spesso deve fare fronte un’azienda che operi sui mercati internazionali e a cui forniscono puntuali risposte le offerte di Innovaway. L’It service provider italiano è tra i leader di mercato a livello europeo per l’offerta di servizi in 25 lingue a clienti che hanno sedi in qualsiasi paesi nel mondo grazie al Multilanguage service desk.

Dopo un primo evento del 27 maggio scorso, Innovaway ha organizzato una nuova iniziativa, che si conclude oggi, presso la sede dell’ambasciata italiana all’Aja, sul tema ‘Flexible, agile & lean global support services for sme’s and corporates’.

In particolare, durante l’incontro presso la residenza dell’ambasciatore italiano, la customer & program manager di Innovaway, Francesca Toriello, ha presentato l’azienda con un focus sui servizi itsm. Sono seguiti gli interventi di Andrea Lanati, head of procurement Kiko Milano, e Serge Van Branden, delivery manager Fujitsu, che hanno presentato i rispettivi case history, raccontando l’esperienza Kiko e Fujitsu come clienti e partner di Innovaway in ambito retail.

“Le aziende – dichiara il direttore generale di Innovaway, Antonio Burinato – devono monitorare e aggiornare costantemente i propri servizi di supporto globale per i processi It, vale a dire i gss. E’ importante conciliare questo sforzo con i requisiti di agilità e flessibilità che costituiscono un valore aggiunto per le organizzazioni moderne, specie se di ridotte dimensioni. Per risolvere il problema bisogna organizzare l’azienda anche in funzione dei nuovi servizi gss. Valutare con attenzione, ad esempio, la loro fruibilità per aziende di mkb”.

“Da sempre, e soprattutto nell’ultimo decennio – rimarca il direttore internazionalizzazione di Innovaway, Paolo Volpicelli – le imprese hanno compreso che estendere la propria attenzione ai mercati esteri può significare quello sviluppo che talvolta, all’interno dei confini nazionali, non trova realizzazione. L’internazionalizzazione rappresenta per le imprese un lungo processo d’apprendimento e di crescita organizzativa che deve permeare tutti i livelli aziendali e che, dando per assodato il servizio, il suo valore e la sua competitività, ha come componente di primaria importanza la capacità di organizzarsi, di sviluppare relazioni e di adattarsi a persone di culture diverse”.

“Occorre capire – conclude Burinato – che il processo di internazionalizzazione è un lungo e complesso progetto dell’impresa che ne aumenterà il valore percepito dai clienti nei mercati esteri. Innovaway ha deciso da qualche anno di intraprendere questa strada presentando in varie modalità e occasioni le proprie competenze e capacità, rivolgendosi direttamente ai potenziali clienti esteri con il supporto organizzativo delle istituzioni italiane. Vogliamo portare all’estero la qualità e le conoscenze che già ci premiano nel mercato locale”.