Innovazione: all’Unisannio nasce “Doctorfake”, un algoritmo per stanare le notizie false

37

Come si riconosce una notizia falsa? Grazie a “Doctorfake”, un algoritmo sviluppato dal prof Corrado Aaron Visaggio dell’Università del Sannio e dal suo team, sarà più facile identificare le fake news. Lo strumento è stato presentato questa mattina ai giornalisti che hanno partecipato al seminario dal titolo “Fake News e Deontologia del Giornalismo” organizzato dall’ordine dei Giornalisti della Campania in collaborazione con l’associazione Stampa Sannita e l’ateneo. “Riconoscere una fake news – ha spiegato Visaggio – diventa sempre più difficile, considerato il livello di sofisticazione che stanno raggiungendo, soprattutto in relazione al deep fake che consente di realizzare video falsi. D’altro canto, bisogna anche considerare l’enorme volume di notizie false quotidianamente immesse nei circuiti di Internet, soprattutto attraverso le reti sociali”. “Doctorfake – ha aggiunto – non ha l’ambizione di riconoscere una fake news, ma piuttosto di aiutare un utente che nutre dubbi sull’attendibilità di una notizia. L’applicazione, infatti, segnala all’utente tutti i siti dove la stessa notizia viene replicata, misurando anche l’attendibilità delle fonti stesse. ‘Doctorfake’ diventerà, quindi, anche un database di siti che pubblicano fake news, capace anche di raccogliere informazioni ancora più dettagliate, come le società o le persone che li registrano, i temi trattati, gli strumenti usati per renderli virali”. Attualmente il gruppo di ricerca sta ultimando i test interni. Tra un paio di settimane il sistema sarà accessibile sul web a tutti per il beta testing (il test fatto con gli utenti) per essere poi definitivamente rilasciato sul web. A introdurre Visaggio c’erano il presidente dell’ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli e il presidente dell’associazione Stampa Sannita, Giovanni Fuccio.