Innovazione, asse Napoli-Pechino per le startup

62

Internazionalizzazione per startup, nuove opportunità per docenti e ricercatori, una summer school sino-italiana sul manifatturiero avanzato, la creazione di un centro di un centro di trasferimento tecnologico su salute e medicina. Con il Sino-Italian Exchange Event si chiude a Città della Scienza nel segno dell’Asse Napoli-Pechino la IX edizione della Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione. Nel corso dei lavori è stata presentata l’Italy-China Best Startup Showcase – Entrepreneurship Competition, piattaforma di accompagnamento nei rispettivi ecosistemi di riferimento per realtà innovative giudicate a piu’ alto potenziale di mercato, guidata a livello nazionale da Campania NewSteel, unico incubatore certificato dal Ministero italiano dello Sviluppo Economico nel Sud Italia.
Saranno 90 le startup italiane selezionate tra sei specifici settori innovativi a essere supportate nel processo di softlanding in Cina. Tra le startup già selezionate per il percorso di internazionalizzazione verso la Cina sono 9 le startup campane: MyPart meccanica srl, Apptripper srl, RisLab Srl, Tolemaica srl, 3drap srl, Lasco’ srl, So’phia High Tech, Future Environmental Design srl, eProlnn. E nasce anche il network sino-italiano “Matteo Ricci”, guidato dall’Universita’ Parthenope e con la presenza di tre atenei campani. Universita’ italiane e cinesi firmano un protocollo per agevolare la mobilita’ di docenti e ricercatori su temi interdisciplinari. A presentarlo è stato Sergio Ulgiati, docente della Parthenope e responsabile del Network. Vi aderiscono tra le università cinesi: Tsinghua, Peking, Jiao Tong, Fudan, Tongji, Wuhan, South China University of Technology, Beijing Normal University; tra le italiane: Parthenope, Bologna, Torino, Venezia Ca’ Foscari, Genova, Macerata, Sassari, Federico II, L’Orientale. Dei diciannove accordi di cooperazione economici e accademici siglati nell’ambito Settimana Italia-Cina dell’Innovazione, sette coinvolgono universita’ e centri di ricerca campani.
Oltre al network “Matteo Ricci”, si segnalano: l’avvio della Summer School sul Manifatturiero Avanzato nata dall’accordo tra l’Università degli studi di Bergamo, Universita’ di Napoli Federico II e Tsinghua University per la mobilita’ di studenti e ricercatori nell’ambito del laboratorio congiunto Italia-Cina sui temi del Manifatturiero Avanzato (CI-LAM); l’accordo tra la Shanghai Aircraft Design and Research Institute of Commercial Aircraft Corporation of China e il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali per l’esecuzione dei test di certificazione di comportamento in condizioni di ghiaccio del velivolo C919 di Sadri – Comac nella galleria del vento del Cira; l’intesa tra la Chinese Association for Pharmaceuticals and Medical Devices Technology Exchange, l’International Technology Transfer Network e la Fondazione Idis – Città della Scienza per la creazione di un Centro di Trasferimento Tecnologico Italia-Cina sulla Salute e la Medicina.