Innovazione e sostenibilità, il modello Graded protagonista al Business Talk dell’IPE

28

Come coniugare innovazione e sostenibilità in un settore come quello energetico offrendo soluzioni impiantistiche tecnologicamente avanzate per migliorare l’efficienza e ridurre l’impatto ambientale. Vito Grassi, amministratore delegato di Graded, società energetica con quartier generale a Napoli, è stato protagonista del Business Talk organizzato dall’IPE Business School insieme alle figlie, nonché consigliere del Cda dell’azienda, Fabrizia ed Enrica Grassi.

Durante il suo intervento, Vito Grassi ha condiviso le ragioni che hanno portato Graded a presentare per la prima volta un bilancio consolidato, “un passo fondamentale – ha spiegato – per garantire maggiore trasparenza e controllo sulle società del gruppo”.

Riflettori puntati anche sui temi della formazione e lo sviluppo del personale, che passa attraverso importanti partnership con università, centri di specializzazione e business school per investire sui giovani talenti e preparare le nuove generazioni ad affrontare le sfide future.

Non è mancato, infine, un passaggio sull’importanza degli strumenti finanziari avanzati, come i mini bond, che ha consentito all’azienda di “consolidare il segmento Energie Rinnovabili sia su settori nei quali era già presente che su nuovi comparti, quali agroindustria e filiera alimentare, facilitando interventi di ammodernamento, ristrutturazione, adeguamento tecnologico degli impianti assieme ad azioni funzionali all’accelerazione del processo di trasformazione digitale in atto per offrire soluzioni sempre più efficienti, sostenibili e all’avanguardia”. L’obiettivo finale, ricorda Vito Grassi, è quello di rafforzare la presenza sul territorio di una realtà “che investe sui giovani e sulle attività di ricerca e sviluppo in Campania”.