Innovazione, tecnologie energetiche green: 100 milioni per progetti su piccola scala

47

Resterà aperto fino al 31 agosto il secondo bando del Fondo per l’Innovazione rivolto a progetti su piccola scala incentrati su tecnologie energetiche pulite.

Il bando ha un budget complessivo pari a 100 milioni di euro ed è rivolto a progetti che sviluppino tecnologie e prodotti innovativi sulle energie rinnovabili, l’industria ad alta intensità energetica e la cattura, l’utilizzo e lo stoccaggio di carbonio, con un costo capitale totale compreso tra 2,5 e 7,5 milioni di euro.

I progetti finanziati dovranno contribuire alla ripresa verde dell’Europa, aiutando le imprese a investire in energia pulita, stimolando la crescita economica tramite la creazione di nuovi posti di lavoro locali e dando in generale un vantaggio competitivo all’industria dell’UE.

Il bando intende finanziare progetti ad alto contenuto di tecnologie, processi, modelli di business o prodotti-servizi che siano sufficientemente maturi e con potenziale significativo di riduzione delle emissioni di gas serra. I progetti che non saranno giudicati sufficientemente maturi per un finanziamento potranno invece ricevere assistenza allo sviluppo dalla Banca europea degli Investimenti.

In particolare, il bando sostiene attività per l’innovazione di tecnologie e processi a basse emissioni di carbonio nei settori elencati nell’Allegato I della Direttiva 2003/87/CE, tra cui la cattura e l’utilizzo sicuro del carbonio (CCU) e i prodotti sostitutivi; attività che contribuiscono a stimolare progetti mirati alla cattura e allo stoccaggio geologico della CO2 (CCS) in modo sicuro per l’ambiente; attività che contribuiscono a stimolare tecnologie innovative per le energie rinnovabili e lo stoccaggio di energia.

Il bando è aperto a enti pubblici e privati e organizzazioni internazionali in forma singola o in consorzio e le azioni dovranno svolgersi sul territorio di uno o più Stati membri dell’UE, Norvegia o Islanda.