Innovazione, torna a casa Futuro Remoto: da oggi a Città della Scienza

30

“Futuro Remoto torna a Città della Scienza perchè le ultime tre edizioni si sono svolte a piazza del Plebiscito”. Cosi’ il commissario di Citta’ della Scienza, Giuseppe Albano, a margine dell’evento inaugurale dell’edizione 2018 di Futuro Remoto nella sala Newton della struttura di Bagnoli. Nelle parole del commissario si legge soddisfazione: “Scelta ragionata quella di far tornare l’evento qui perche’ e’ la sua sede naturale, dove Futuro Remoto e’ nato e si e’ sviluppato nei primi 27-28 anni e poi anche perche’ vogliamo ridare lustro a questa bellissima cittadella in un momento particolarmente difficile”. Futuro Remoto e’ anche un’occasione importante per i tanti giovani che nei quattro giorni di evento affolleranno le sale incuriositi da stand ed esperimenti. Di questo avviso e’ Luisa Franzese, direttrice dell’Ufficio scolastico della Campania: “Giornata importante per i ragazzi perche’ hanno non solo l’opportunita’ di formarsi, ma, grazie all’incontro tra mondo della scuola e mondo universitario, questa diventa anche una giornata di orientamento per le future scelte dei giovani”.