Inquinamento acustico degli aerei a Napoli, scoppia la polemica

194


“Ieri qui abbiamo ospitato un concerto del Conservatorio. Durante il concerto sono passati 8 aerei in 40 minuti, ciascuno dei quali ha quasi coperto il suono della musica”. A raccontarlo è stato il direttore del Museo di Capodimonte, Sylvain Bellenger, nel corso di un incontro con la stampa per la conclusione dei lavori sul muro di cinta del bosco. A prova di quanto riferito, il breve intervento di Bellenger è stato interrotto almeno quattro volte dal rombo degli aerei che copriva la sua voce. Quello degli aerei che, in fase di atterraggio all’aeroporto di Capodichino, volano a bassa quota sull’area collinare della città e nei quartieri che lo circondano, è un problema sempre più sentito dalla popolazione, anche in coincidenza dell’aumento esponenziale dei voli con l’arrivo di nuove compagnie aeree nello scalo napoletano, geograficamente inserito nel tessuto urbano della città. Al fianco di Bellenger era presente il consigliere regionale campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che sul tema promette battaglia: “E’ provato che gli aerei non seguono la rotta preferendo sorvolare il centro cittadino e risparmiando così 15 minuti di tempo e migliaia di euro in carburante. Le multe legate al mancato rispetto delle rotte – spiega – sono ancora troppo basse e le compagnie preferiscono pagarle piuttosto che spendere di più in carburante o arrivare un quarto d’ora dopo”.
 Borrelli annuncia iniziative “dei gruppi dei Verdi in Consiglio regionale, nel Consiglio della Città metropolitana e in Consiglio comunale” spiegando che sottoporrà una proposta alla direzione dell’aeroporto di Capodichino e all’Enac: “Bisogna aumentare le multe, moltiplicarle per mille. Solo così le compagnie aeree si decideranno a rispettare le rotte previste. Finora ci si è preoccupati di far arrivare quante più compagnie aeree nello scalo di Capodichino per aumentare il flusso di turisti. Giusto, ma non possiamo accettare che la città sia ricattata dalle compagnie”. La situazione contraddittoria è stata evidenziata anche da Bellenger, che ha riservato un passaggio del suo intervento in conferenza stampa proprio sulla questione: “Capodichino è un aeroporto fantastico e ben gestito, che porta a Napoli e a noi tantissimi turisti. Napoli ha tanti turisti anche grazie al suo aeroporto, quindi è una situazione da gestire”.