Prof ucciso a Melito. Nella stessa scuola mesi fa uno studente accoltellato e una bambina aggredita

91
in foto Francesco Emilio Borrelli

“Nel maggio scorso denunciammo con Teleclubitalia una vicenda sconvolgente avvenuta sempre in quella scuola. Un ragazzino di 13 anni fu ferito alla schiena con un’arma da taglio mentre era in aula. A colpirlo era stato un compagno di classe”. Lo sottolinea in una nota il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli. “Il minorenne fu trasportato all’ospedale Santobono, le sue ferite per fortuna erano lievi, tre i punti di sutura. Furono stesso gli altri compagni a scattare le foto dell’accoltellamento. Una scena agghiacciante – spiega – Sempre presso lo stesso istituto scolastico di Melito, due mesi prima, si era verificato un altro episodio. L’aggressione, nel bagno della scuola, di una bambina di 11 anni da parte di una coetanea, che l’aveva colpita alle spalle dicendo poi di avere sbagliato persona. Nonostante le nostre denunce in questi mesi nulla e’ stato fatto per mettere in sicurezza il plesso. Oramai siamo davanti a una deriva inarrestabile. I nostri figli vengono cresciuti in ambienti criminali e violenti. Il risultato e’ che ogni giorno sembra di leggere un bollettino di guerra”. “Purtroppo questa volta c’e’ stata una vittima. Saranno le indagini a farci capire la dinamica dei fatti ma gia’ il fatto che il suo corpo sia stato trovato proprio all’interno di questa scuola teatro di tanti episodi criminali e violenti la dice lunga. Alla famiglia del Prof. Toscano esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarieta’”, conclude Borrelli.