#InsiemeperilTerritorio e Vesuvio’s Shadow: luce sui piccoli “invisibili”

51

A Villa Domi, sino a fine mese è operativa la raccolta di generi di prima necessità per i bambini e i ragazzi assistiti nel Progetto Abitiamo. È promossa da #InsiemeperilTerritorio, rassegna itinerante firmata dalla giornalista enogastronomica Teresa Lucianelli, e dal blog Vesuvio’s Shadow, del foodblogger Mario D’Acunzo, con la collaborazione della storica struttura settecentesca del patron Domenico Contessa.
Riflettori in Europa e in particolare nel Regno Unito, sul Charity Contest internazionale, a cui la raccolta è legata, dedicato ai piccoli di Padre Massimo Ghezzi. Si aggiudica la vittoria nel “Cuore d’Oro”, Vincenzo Napoletano, manager di origini partenopee, del Ristorante Eventi del Parlamento britannico. Nelle altre sezioni, “Social” e “Critica”, per gli altri eccellenti concorrenti, titoli e premi, menzioni speciali della Giuria e note di merito.
Ancora pochi giorni disponibili per la raccolta promossa da #InsiemeperilTerritorio e Vesuvio’s Shadow, a favore dei bambini e dei ragazzi nel Progetto Abitiamo.
Fino al 31 gennaio, è possibile inviare o portare le donazioni (abiti, scarpe, giocattoli, conserve alimentari) a Villa Domi, Salita Scudillo 19, 80131, Napoli (081 5922233 – 0815922311, ore 9/13, lun/ven).
Intanto, continua a riscuotere critiche positive, il Charity Contest Internazionale “Il Panettone e gli altri piatti del Natale solidale”, dedicato ai piccoli orfani, senzatetto, vittime di gravi problematiche della Campania e ai bimbi della missione in Albania, scampati agli orrori dei conflitti, seguiti da Padre Massimo Ghezzi a guida della Parrocchia di San Gennaro al Vomero.
Consensi anche nel Regno britannico, per la riuscita iniziativa benefica ideata e organizzata da #InsiemeperilTerritorio, nota rassegna di eventi d’eccellenza fondata e promossa dalla giornalista enogastronomica napoletana Teresa Lucianelli, con la sua Squadra benefica di chef, produttori, artisti, professionisti nei campi della Salute e dell’Informazione, unitamente a blog ercolanese Vesuvio’s Shadow, del foodblogger Mario D’Acunzo, con la collaborazione di Villa Domi Ricevimenti, del patron Domenico Contessa.
Sono stati donati in vari step, innanzitutto a Natale e in occasione dell’Epifania: abiti, calze della Befana, giocattoli per i piccoli, e specialità alimentari per i pasti festivi della Mensa solidale della Parrocchia di via Bernini, grazie al fondamentale sostegno di: Arfè Gastronomia; Mattozzi dal 1833 e Donna Luisella con Carla De Ciampis, Fulvio Mastroianni, Pasquale Sannino, tutti da Napoli. Francesco & Co da Castellammare di Stabia. Raffaele Caldarelli Pasticciere e Micolorodiblu, da Nola. Paola Fiorentino Arti, da Positano. Lago Grande, da Monticchio. Amor Mio, da Brusciano.
Gli esperti giurati hanno esaminato le proposte ammesse alla sfida culinaria, valutandole insieme al pubblico Facebook.
In Giuria: Valerio Giuseppe Mandile, chef d’eccellenza da location pluristellate e giornalista gastronomico; Marcello Affuso, direttore di Eroica Fenice; Ersilia Cacace, foodblogger; “La Boss delle Pizze”; Rosalia Ciorciaro, nutrizionista, idrologa e docente di Scienze Alimentari; Clara Gallerani, naturopata, oltre a Teresa Lucianelli, Mario D’Acunzo e Paola Fiorentino.
Fulcro del Contest, la Sezione solidale “CUORE D’ORO”: ha conquistato la vittoria da Londra, Vincenzo Napoletano, manager italo-britannico del UK House of Commons, Ristorante Eventi Parlamento del Regno Unito.
Premiati i suoi Töltött káposzta – involtini natalizi ungheresi London style – con 734 voti nella Sezione “Cuore d’Oro”. Origini partenopee 39 anni, si aggiudica il titolo e il Premio Gastronomia Arfè, messo in palio dalla storica azienda partenopea: 150 anni di storia nel settore, con rinomate squisitezze di alta qualità.
Eccellenze degli chef: a Vincenzo Toppi va la Piazza d’onore (582, Tortino di patate e porcini): bissa così l’altrettanto ottimo piazzamento nel precedente Contest La Castagna.
Per lo squisito impegno salutista, spiccano Silvana Felicetta Colucci, campionessa lucana (541, Ravioli rossi lucani), e la paladina della tradizione stabiese Rosanna Fienga, da Castellammare; quindi Paolo Panigoni, già in buon piazzamento nel Contest precedente, e Giulia Defalco, Cinzia Carcia, Serena Pane, Anna Marino, Maria Nocerino.
Per la SEZIONE SOCIAL, massime preferenze ad Aurora D’Auria di Maiori, con 440 voti al suo Panettone classico; al versatile Paolo Iovieno, nativo di Agerola e positanese ormai di adozione, 231 per il Panettone Ruby; Mirko Fagiolo 179 con il Pan alle tre cioccolate.
PREMI CRITICA a: Rosario Saraceno (649 voti, Panettone alla Barbabietola), Cucina di Cappa (590, Casetta di Pan di Zenzero), Mario Cipolletta (580, Pandorello salato).
Ai vincitori delle sezioni Social e Critica, i famosi dipinti della Costa d’Amalfi della poliedrica artista Paola Fiorentino; per tutti, Premi Cantine Mediterranee, di Vincenzo Napolitano, Napoli.
L’originale iniziativa internazionale ha sostituito la consueta manifestazione natalizia (che non ha potuto essere realizzata a causa dei divieti anticovid), promossa ogni anno da #InsiemeperilTerritorio – rassegna itinerante di eventi d’eccellenza, ideata e guidata da anni dalla giornalista enogastronomica Teresa Lucianelli, con la sua Squadra di eccellenza. Appropriata la partnership con l’emergente blog specializzato Vesuvio’s Shadow, che sta conquistando sempre più lettori.
MENZIONE SPECIALE fuori concorso per Giovanna D’Amodio (torta floreale), Premio Emanuele De Cicco.
MENZIONI DELLA GIURIA: Donatello Chiarito, Faby Scarica, Domenico Fioretti, Gessica Bears, Hilde Esposito, Giovanna Buono, Pamela Cillis, Emanuele Mastruzzo, Paola Oroni, Alberto Parascandolo, Alessandra Profenna.
Per: Chiara Zoratti, Denise Adorante, Selenia Amato, Anna Ardito, Dario Balestrieri, Piera Castaldo, Rosmary Cosenza, Antonio Cuoco, Alma Balla Delia, Valentina De Palma, Teresa Di Falco, Michela Festa, Neala Fracassa, Tiziana Mazzotta, Paolo Poma, Antonio Scamardella, Alessia Sbri, Anna Vitiello, NOTE DI MERITO.
Tutti bravissimi.