Inter ko. Finisce 2-0 per il Liverpool, la Champions ora è un miraggio

87

Finisce 2-0 per il Liverpool, grazie ai gol segnati al 75° e all’83° da Firmino e da Salah.  Eppure l’Inter ha dominato per lunghi tratti la partita di andata degli ottavi di finale di Champions League. Alla fine ha pagato la superiore concretezza – e la freddezza nei momenti decisivi – degli avversari. Il primo gol è nato da un cross di Robertson dalla bandierina per il colpo di testa vincente di Firmino che ha beffato Handanovic. La seconda rete, dopo poco meno di 8 minuti, nasce da un cross proveniente dal destra di Alexander-Arnold. Van Dijk, in area, svetta di testa sulla difesa dell’Inter. Dopo la respinta arriva Mohamed Salah che di prima gela Handanovic e raddoppia.
Nel primo tempo i nerazzurri avevano sfiorato il vantaggio con una traversa di Calhanoglu al 15′. Con la qualificazione decisamente in salita, l’appuntamento è per l’8 marzo all’Anfield per il match di ritorno.
Eppure il primo tempo era stato equilibrato e godibile seppur non giocato a ritmi altissimi. I nerazzurri erano entrati in campo con il piglio giusto e di fatto avevano creato la più grande palla gol dei primi 45′ con Calhanoglu, che aveva controllato un cross di Perisic da sinistra e di mancino ha colpito una clamorosa traversa. I reds dal canto loro si sono resi pericolosi un paio di volte con Mane, impreciso sotto porta con un colpo di testa e una rovesciata terminata sull’esterno della rete. In avvio di ripresa l’Inter è partita meglio ma ha peccato di lucidità negli ultimi metri, mentre dall’altra parte è servito un grande intervento di Skriniar per negare il vantaggio al neo entrato Luis Diaz. Il Liverpool ha fatto fatica a creare occasioni, ma al 75′ è riuscito a rompere l’equilibrio con Firmino, bravissimo ad anticipare tutti di testa sul corner di Robertson infilando Handanovic sul secondo palo. L’Inter non riesce a reagire e all’83’ incassa anche il raddoppio di Momo Salah, che mette in discesa la strada inglese verso i quarti di finale.