Interdittiva antimafia
commissariata la Clp

52

Il Prefetto di Napoli Gerarda Maria Pantalone, in stretto raccordo con il presidente dell’ Anac Raffaele Cantone, ha nominato due amministratori straordinari che avranno il compito di rilevare e gestire i Il Prefetto di Napoli Gerarda Maria Pantalone, in stretto raccordo con il presidente dell’ Anac Raffaele Cantone, ha nominato due amministratori straordinari che avranno il compito di rilevare e gestire i contratti di trasporto pubblico locale già affidati alla società Clp Sviluppo Industriale spa, interessata da certificazione interdittiva. E’ la prima applicazione in provincia delle nuove norme antimafia, entrate in vigore con la legge 114/2014, che riguardano, tra l’altro, le imprese esercenti pubblici servizi destinatarie di certificazione antimafia interdittiva. La gestione straordinaria durerà otto mesi, in relazione alla previsione dei tempi occorrenti per la sostituzione di CLP con altro operatore del settore ed ha la doppia finalità di preservare le pubbliche Istituzioni da rapporti con soggetti permeabili alla criminalità organizzata e di garantire, nel contempo, l’esercizio dei diritti pubblici fondamentali mediante la continuità del servizio di trasporto locale.