“Internet of Food & Farm”, via alla prima call: domande entro il 31 agosto

73

Si chiama “Internet of Food & Farm 2020” (IoF2020) il progetto europeo lanciato all’interno di Horizon 2020 che esplora il potenziale delle tecnologie IoT per l’industria alimentare e agricola europea.
L’obiettivo è quello di rendere l’agricoltura di precisione realtà e compiere un passo fondamentale verso una catena del valore alimentare più sostenibile. Con l’aiuto delle tecnologie IoT sono disponibili rendimenti più elevati e prodotti di migliore qualità. Le tecnologie IoT consentono inoltre una migliore tracciabilità del cibo, con conseguente aumento della sicurezza alimentare.
Diciannove casi organizzati in cinque ambiti (seminativi, latticini, frutta, carne e verdure) sviluppano, testano e dimostrano le tecnologie IoT in un ambiente operativo in Europa.
ll progetto IoF2020 ha recentemente aperto la sua prima call, con la quale cerca proposte che abbiano un forte impatto sulla catena di fornitura, un livello elevato di fattibilità tecnica e di innovazione, nonché una decisa sostenibilità economica. Le proposte dovrebbero essere supportate da un gruppo di stakeholder che rappresentano l’intera supply chain dell’IoT (fornitori di tecnologie, integratori di servizi, utenti finali, ecc.).
L’obiettivo principale del bando è aumentare l’impatto dell’iniziativa IoF2020, consentendo a nuovi casi di unirsi al progetto e aumentarne il numero di stakeholder, creando così un maggiore impatto sul settore agricolo e alimentare europeo. I nuovi casi aumenteranno notevolmente il numero di utenti IoT attuali, in aree e settori produttivi con forte potenziale di crescita. Al bando possono partecipare organizmi di ricerca, grandi imprese, Pmi e startup. La scadenza è fissata per il 31 agosto.