Intesa Federmanager Roma-Fidal su running e manager

30

Roma, 15 set. (Adnkronos/Labitalia) – Giacomo Gargano, presidente Federmanager Roma, e, su delega del presidente Fidal, Alfio Giomi, Fabio Pagliara, segretario generale Fidal, hanno firmato a Roma un protocollo d’intesa per il recupero dell’autostima in manager inoccupati attraverso la pratica del running.

L’Associazione territoriale dei manager dell’industria e la Federazione italiana di atletica leggera, in collaborazione con la facoltà di Psicologia dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma propongono il progetto ‘Salute del manager, sport e resilienza: miglioramento delle performance e perseguimento degli obiettivi’. Pensato per i manager inoccupati, ma esteso anche agli occupati, il progetto prevede sei mesi di allenamenti personalizzati e di gruppo, sotto la supervisione di un trainer Fidal con la possibilità di partecipare anche a gare ufficiali. Presente alla firma del protocollo anche Vincenzo Parrinello, vicepresidente Fidal.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, l’inattività fisica rappresenta il quarto fattore di rischio di mortalità. Una recente indagine di Federmanager Roma ha inoltre messo in luce come i manager del campione, pur essendo consapevoli dell’importanza di un corretto stile di vita e di una pratica sportiva costante, non sempre mettano in atto atteggiamenti conformi. Se poi si fa parte di quel 22,2% di manager inattivi a livello nazionale (dato 2016), si comprende bene come sia indispensabile intervenire e sostenere politiche attive per favorire la prevenzione sanitaria e il recupero di autostima e autoefficacia.

“Il running se ben eseguito -dichiara Giacomo Gargano, presidente Federmanager Roma- può rappresentare una vera e propria terapia in questi casi; non esistono ad oggi dati scientifici sulla correlazione tra running ed elevati livelli di autostima negli inoccupati. Per questo motivo il progetto si propone anche una valutazione scientifica e psicologica. Riteniamo questo servizio una grande opportunità di interesse medico-scientifico e di recupero psicologico, a vantaggio di manager che hanno ricoperto ruoli decisionali importanti e che purtroppo si ritrovano inoccupati, il più delle volte anche in età avanzata”.

Secondo la classifica del portale americano Career Cast, il dirigente d’azienda è il quarto lavoro più stressante, proprio perché continuamente esposto a pressioni elevate, situazioni critiche e delicate.

“Il running, lo dice la scienza, aiuta a credere di più -si legge nella nota- nei propri mezzi e a porsi degli obiettivi sempre più sfidanti, aumenta l’autostima, le performance e la resilienza perché migliora le capacità del cervello quanto a concentrazione, multitasking, capacità decisionale, memoria e prevenzione dell’invecchiamento, almeno della mente”. Il primo appuntamento con il progetto di Federmanager Roma e Fidal è domenica 17 settembre con la ‘Rome Half Marathon Via Pacis’.