Intesa Sanpaolo, 1 miliardo di euro per le imprese al femminile. Con la Fondazione Bellisario premi alle Pmi

35

Prende il via l’adesione all’ottava edizione del premio Women Value Company – Intesa Sanpaolo nata dalla collaborazione con la Fondazione Marisa Bellisario e rivolta a tutte le piccole e medie imprese capaci di promuovere la parità di genere, favorire lo sviluppo dell’occupazione e dell’imprenditoria femminile oltre che di sostenere la diversità e l’innovazione del sistema produttivo. Per l’edizione 2024 di Women Value Company in coerenza con le missioni del Pnrr, Intesa Sanpaolo rende disponibile un miliardo di euro di credito per promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile e massimizzare il contributo delle donne allo sviluppo economico e sociale del Paese. La banca supporta le imprese femminili che avviano una nuova attività o che investono nel rafforzamento della propria impresa, agendo sui filoni quali la digitalizzazione, l’innovazione e l’ampliamento delle competenze. La proposta si aggiunge alle soluzioni già esistenti per promuovere investimenti verso gli obiettivi del Pnrr e l’imprenditoria femminile. La banca ha inoltre strutturato un’offerta di finanziamenti a breve, medio e lungo termine e impegni di firma per agevolare l’accesso ai benefici statali, tra cui il fondo impresa femminile. “Le donne, la parità di genere e il welfare sono al centro dell’attenzione del nostro Gruppo e del premio Women Value Company, che valorizza le Pmi più attive e sensibili in questi ambiti”, afferma Virginia Borla, responsabile business governance Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo. “Siamo felici di proseguire con Intesa Sanpaolo questo straordinario viaggio tra le piccole e medie eccellenze italiane”, spiega Lella Golfo, presidente della Fondazione Marisa Bellissario.

Nelle prime sette edizioni di Women Value Company – Intesa Sanpaolo sono state oltre 5.000 le imprese che hanno aderito, distribuite su tutto il territorio italiano. Il bando di partecipazione per l’ottava edizione, aperto fino al 23 aprile, consente l’adesione alle imprese pubbliche e private di piccole e medie dimensioni – escluse le ditte individuali, a prevalente capitale italiano, non appartenenti a gruppi – con buone performance in relazione all’attuale situazione economico-sociale. Le due imprese vincitrici, una piccola e una di medie dimensioni, saranno proclamate nel corso della cerimonia di premiazione della 36/a edizione del Premio Marisa Bellisario, in onda su Rai1 il 14 giugno. A tutte le altre imprese finaliste Intesa Sanpaolo assegnerà il riconoscimento Women Value Company 2024 – Intesa Sanpaolo nel corso di specifici eventi. “La nostra – aggiunge Virginia Borla – rinnovata partnership con la Fondazione Marisa Bellisario per l’ottavo anno contribuisce a far emergere il merito delle scelte che fanno la differenza all’interno delle imprese. Mettiamo a disposizione delle aziende un miliardo di euro di credito da riservare a queste importanti progettualità, fondamentali per la crescita della nostra società”. Dopo otto anni di “numeri straordinari, siamo ancora e sempre più convinti – prosegue Lella Golfo – che la parità rappresenti un asset di crescita e innovazione vitale. E sempre più persuasi a sostenere e valorizzare le migliaia di imprese che, come noi, investono ogni giorno su questa idea di futuro e progresso per l’economia italiana”.