Intesa Sanpaolo, finanziamenti “tranched covered” da 1,5 mld alle Pmi

38

Il Gruppo Intesa Sanpaolo rafforza il proprio impegno a favore di Microimprese, Piccole e Medie Imprese e Midcap con un’operazione sostenuta dal Fondo di Garanzia denominata “Tranched Cover”. Grazie a questo innovativo strumento le imprese avranno la possibilità di accedere ai benefici previsti dalla legge 662/96 (il Fondo di Garanzia operativo dal 2000 con la finalità di favorire l’accesso alle fonti finanziarie delle Pmi mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca e spesso si sostituisce alle garanzie portate dalle imprese) attraverso la garanzia diretta sui portafogli di finanziamenti di nuova erogazione. In particolare il primo Gruppo bancario italiano ha ottenuto dal Fondo l’ammissione alla garanzia per quattro portafogli da 300 milioni di euro ciascuno da erogare nelle regioni del nord e del centro entro il 30 novembre 2019, e richiederà in autunno l’ammissione per un ulteriore portafoglio di 300 milioni dedicato in via esclusiva alle regioni del Mezzogiorno. Con 5 portafogli per un valore complessivo di finanziamenti per 1,5 miliardi di euro, quello della Banca risulta ad oggi l’impegno maggiore all’interno del panorama italiano, confermando il ruolo determinante come motore dell’economia reale.
Attraverso i portafogli di finanziamenti “Tranched Cover”, Intesa Sanpaolo agevolerà l’accesso al credito del tessuto imprenditoriale italiano e, in particolare, delle piccole realtà imprenditoriali con la possibilità di ottenere credito con maggiore velocità, a condizioni più favorevoli e senza alcun costo per le garanzie; ulteriore vantaggio è rappresentato dalla possibilità di finanziare con questo strumento le Mid-Cap (fino a 499 dipendenti), sinora escluse dall’intervento del Fondo di Garanzia, per supportarle nei loro progetti di crescita e sviluppo.
Teresio Testa, responsabile Sales & Marketing Imprese di Intesa Sanpaolo e direttore generale di Mediocredito Italiano, dichiara: “La partecipazione di Intesa Sanpaolo al programma di finanziamenti garantiti ci permette di dedicare maggiori risorse alla crescita e allo sviluppo del nostro Paese, confermandoci ancora una volta la Banca di riferimento per il progresso dell’economia nazionale e propulsore dell’economia reale”.