Intesa Sanpaolo si aggiudica il premio “Bank of the year 2016 in Italy”

56
 
Intesa Sanpaolo si è aggiudicata il premio “Bank of the Year 2016 in Italy” dell’autorevole mensile economico-finanziario londinese The Banker (Gruppo Financial Times) nel corso della cerimonia di assegnazione che si è tenuta ieri a Londra.
Il premio, considerato dal mondo della finanza lo ‘standard for banking excellence’, è stato assegnato tenendo conto di un ampio paniere di criteri tra i quali l’approccio strategico che ha consentito una solida performance in termini di risultati economici, patrimoniali e di liquidità e, in particolare, l’efficienza nel rispondere alle mutevoli esigenze dei clienti e la costante introduzione di misure innovative digitali e tecnologiche come strumento per aumentare la soddisfazione dei clienti e i livelli di produttività.
“Siamo davvero onorati di questo riconoscimento,” ha commentato Carlo Messina, Consigliere Delegato e Ceo del Gruppo Intesa Sanpaolo. “Voglio ricordare che negli ultimi stress test dello scorso luglio, Intesa Sanpaolo è risultata l’unica grande banca europea quotata che nelle condizioni più avverse ha mostrato un eccesso di capitale rispetto ai requisiti previsti in condizioni standard. A fine settembre, il common equity è pari al 13% e Intesa Sanpaolo si colloca ai vertici europei anche in termini di redditività, grazie all’importante contributo di tutte le divisioni della Banca, e come leverage e cost/income ratio”.
“La nostra banca”, così Messina, “rappresenta l’acceleratore dell’economia reale in Italia: a fine settembre il credito a medio lungo termine erogato è stato pari a 34 miliardi: l’80% in più rispetto allo stesso periodo del 2014. Se consideriamo esclusivamente il credito erogato alle PMI e alle famiglie – che supera i 29 miliardi – la crescita è stata di circa il 120%. Ringrazio tutte le nostre persone: hanno svolto un grande lavoro che ci ha consentito di raggiungere risultati molto impegnativi in un contesto di mercato particolarmente difficile”.