Investire in oro: guida alla quotazione oro per trading e oro fisico

922

Quando ci sono momenti di crisi, l’oro aumenta di valore. Si tratta di un bene rifugio, cui le persone si affidano quando sentono segnali di pericolo nell’aria. Aumentando la richiesta di questo materiale, per la legge di mercato, aumenta il suo valore. Visto che il suo prezzo è sensibile ai cambiamenti sociali ed economici, costituisce un mezzo di investimento tramite il quale si può ottenere profitto comprandolo a un prezzo e rivendendolo a un prezzo più alto. Anzi, si tratta di una materia prima che diversifica e protegge gli eventuali altri investimenti che un individuo ha nel proprio portafogli.

La quotazione ufficiale dell’oro viene data dalla borsa di Londra. Ogni giorno le banche più importanti che operano con l’oro fisico si riuniscono per decidere il prezzo ufficiale. Questo viene determinato da un’asta che si apre alle 15 di ogni giorno e si basa sulla domanda e sull’offerta inserita entro le 14:35. Il risultato di questa asta dà origine al prezzo ufficiale dell’oro che viene pubblicato a mezzanotte sul sito della LBMA (London Bullion Market Association).

Per trarre profitto dalle variazioni delle quotazioni oro si possono seguire diverse strade. Si può investire in borsa su prodotti rappresentativi dell’oro, compravendere monete d’oro oppure lingotti d’oro o, ancora, comprare e vendere gioielli forgiati in oro e pietre preziose.

Trading sull’oro
Comprando e vendendo ETF, CFD o futures sull’oro, si può scommettere sull’andamento del metallo prezioso, sia in rialzo che in ribasso, contando sul modo in cui replicano il valore della materia sottostante grazie alla loro struttura. Se si è avvezzi a tradare, questa sarà la strada più naturale; se invece non si conoscono questi strumenti si dovranno assimilare molte informazioni per poter operare con sicurezza e con profitto.

Molti di questi prodotti infatti sono ad effetto leva e quindi soggetti a sbalzi amplificati rispetto a quelli dell’oro. Il vantaggio maggiore di questo modo di investire è la liquidità. Scegliendo gli strumenti maggiormente richiesti dal mercato, infatti, si può trovare una controparte in pochi istanti, al prezzo corrente.

le variazioni di quotazione dell’oro relative all’ultimo anno

 

Questi prodotti sono adatti ad investimenti di breve periodo, mentre per il lungo periodo occorre una scelta attenta dello strumento da mettere in portafoglio. Dalle analisi dei trader si può, però, cogliere spunti e osservazioni sulle previsioni delle quotazioni oro.

Investimento in oro fisico
Un’alternativa che può anche essere utile per togliere il denaro dalla banca, se si teme una patrimoniale imminente, è la compravendita di oro fisico per il suo valore intrinseco. Questo è il modo in cui comprare l’oro 24 carati. Le monete e i lingotti sono sufficientemente grandi da poter mantenere la forma, nonostante il metallo sia morbido.

La qualità maggiore del metallo giallo è di concentrare un grande valore in poco spazio. Così con una cassetta di sicurezza in banca o un nascondiglio molto segreto in casa, si può conservare un bel tesoretto. Tipicamente, le sterline d’oro sono un regalo alternativo al buono postale per nipoti in occasioni speciali e che si può comprare presso diversi intermediari, come la banca. Ci sono anche dei distributori di sterline d’oro in alcuni posti particolarmente protetti come gli aeroporti, dove si possono acquistare direttamente con carta di. In ogni caso, ci dovrà essere un modo per effettuare il riconoscimento dell’acquirente, tipicamente con carta d’identità e codice fiscale.

L’oro fisico si può anche comprare e vendere attraverso i gioielli. In questo caso l’oro utilizzato non sarà 24 carati (che non permetterebbe di forgiare e mantenere la forma desiderata), ma sarà una lega in cui il metallo giallo viene fuso con palladio, argento o rame, cosa che eventualmente cambia il colore del metallo. Il valore intrinseco del manufatto, a parità di peso, sarà minore di quello di una moneta d’oro poiché la quotazione oro fa riferimento all’oro puro.

Il gioiello, però, non è solo valutato per il quantitativo di oro utilizzato per produrlo, ma come oggetto di pregio di per sé stesso, assimilabile più ad un’opera d’arte che a una materia prima.
È questo che può dare il vantaggio. Prima di affrontare in dettaglio questo, occorre chiarire i canali tramite i quali è possibile comprare e vendere i gioielli. Si può far riferimento ai portali online di vendita e ne esistono anche di specifici per i gioielli. Se si è dalla parte del venditore, non si ha un particolare vincolo e si può richiedere il prezzo che si ritiene maggiormente opportuno. Se si trova il compratore disposto a pagarlo il gioco è fatto. Per utilizzare questo canale non bisogna avere fretta di realizzare, in modo da poter incontrare la controparte adatta. Si dovrà però considerare la percentuale di cui si appropria il sito intermediario, qualora ci fosse.

Un altro canale è quello delle oreficerie, che, oltre ai gioielli di nuova produzione, trattano anche gioielli usati. In questo caso, la platea che si va ad incontrare è molto più contenuta e, ugualmente, si dovrà considerare la percentuale di provvigione per il gioielliere oppure la diminuzione di prezzo che applicherà se lo acquista in prima persona, in modo da garantirsi un adeguato margine.

Il terzo canale è il compro oro, ma occorrerà trovare chi si occupa anche di rivendita dell’oro acquistato e considerare quanto il gioiello che si porta in vendita può essere rivenduto in fretta: nelle grandi città come Roma e Milano, avviene più spesso, come conferma l’attività del compro oro Orolive, a Roma, che si occupa proprio di acquistare e valutare gioielli firmati. I compro oro specializzati, in generale, possono fornire un’idea del prezzo a cui si potrà rivendere un simile gioiello anche sui canali privati.

Dopo aver esaminato i canali principali, è più facile arrivare alla conclusione di quale possa essere la strada migliore per ottenere un profitto dalla compravendita di gioielli.

Come un compro oro effettua la valutazione
Quando si va da un compro oro con un articolo in oro, se questo non è un gioiello con un suo valore intrinseco, si può comunque avere una quotazione per l’oro in esso contenuto. Quello che deve fare, prima di tutto, è verificare che si tratti di oro e qual è la sua caratura. Per questo esaminerà visivamente il manufatto cercando la punzonatura dalla quale si vede che tipo di oro è. Dopo essersi fatto un’idea della caratura, effettua le prove con un kit con l’acido con il quale, tramite la reazione del metallo ai vari acidi disponibili, si vede quale sia la lega di cui è composto il manufatto.

il Compro Oro Orolive è stato il primo a Roma a dotarsi di uno spettrometro, uno speciale strumento che distingue esattamente la composizione dei metalli preziosi, riconoscendoli

Dopo aver individuato la caratura, potrà individuare un prezzo oro al grammo e procedere alla pesatura dell’oggetto, in modo che con una semplice moltiplicazione possa fornire la cifra da corrispondere in cambio dell’oggetto, ossia la valutazione dell’oro usato.